Due scatti di Brindisi premiati al concorso Wiki Loves Puglia

La foto delle Colonne Romane di Daniele Collia e quella del Nuovo Teatro verdi di Antonio Perrone

Le foto premiate di Daniele Collia e Antonio Perrone

Gli scatti vincitori della prima edizione di Wiki Loves Puglia - il concorso regionale legato alla grande competizione internazionale Wiki Loves Monuments, nata per illustrare le voci Wikipedia dedicate a beni artistici, naturali e culturali - sono stati svelati oggi alla cerimonia di premiazione che si è svolta presso la Sala del Colonnato della Città Metropolitana di Bari.

Conquista l’oro Isabella De Santis, con il suo scorcio in bianco e nero sulla Basilica di San Nicola a Bari che già aveva conquistato il quarto posto nella classifica nazionale della ottava edizione di Wiki Loves Monuments in Italia. Al secondo posto di nuovo Bari, con uno scatto del Lungomare Nazario Sauro realizzato da Giuseppe Calogero, mentre il terzo gradino del podio è occupato da una fotografia realizzata da Daniele Collia alle Colonne Romane di Brindisi.

Tra gli altri vincitori del concorso regionale - dieci in totale, tutti selezionati dalla giuria locale del concorso - anche uno scatto di Cala Paura a Polignano a Mare e dell’Abbazia di San Vito insieme a fotografie che ritraggono i Teatri di Bari e Brindisi.

Scopri a questo link tutte le fotografie premiate

La cerimonia di premiazione - organizzata dal coordinamento locale di Wikimedia Italia con il supporto della delegazione regionale pugliese di Fiaf e dell’associazione cinefotografica Kaleidos, con il patrocinio della Città Metropolitana e del Comune di Bari insieme all’Assessorato regionale all’industria turistica e culturale - è stata anche occasione per inaugurare la mostra fotografica che raccoglie gli scatti più belli di Wiki Loves Puglia 2019 e le immagini premiate in tutta Italia per Wiki Loves Monuments 2018. L’esposizione, ospitata presso la Sala del Colonnato della Città Metropolitana di Bari, è accessibile gratuitamente fino al 31 gennaio 2020 dal martedì al sabato dalle 9 alle 19 e la domenica dalle 9 alle 13.

Wiki Loves Monuments

Wiki Loves Monuments – lanciato nel 2010 da Wikimedia Olanda e promosso nel nostro Paese da Wikimedia Italia, l’associazione che promuove la conoscenza libera – è entrato a fare parte del Guinness dei Primati come il più grande concorso fotografico al mondo. I cittadini di oltre 40 Paesi a livello globale – tra cui, dal 2012, l'Italia – sono invitati a fotografare le bellezze del proprio patrimonio culturale, condividendo gli scatti con licenza libera su Wikimedia Commons, il grande database multimediale di Wikipedia. Le fotografie condivise in Italia a partire dalla prima edizione a oggi sono state più di 140.000; le immagini sono viste e utilizzate dagli utenti oltre 5 milioni di volte l’anno.

Teatro Brindisi (Ph Antonio Perrone Licenza CC BY-SA 4.0)-2

Wiki Loves Puglia

Quest'anno per la prima volta il coordinamento locale di Wikimedia Italia con il supporto dell’ Associazione cinefotografica Kaleidos e la delegazione regionale FIAF Puglia ha organizzato il concorso locale Wiki Loves Puglia. La competizione ha permesso di raccogliere più di 900 fotografie di più di 350 monumenti autorizzati per il concorso da oltre 60 partecipanti.

Per maggiori informazioni si veda: https://wikilovesmonuments.wikimedia.it/

Wikimedia Italia

Wikimedia Italia (WMI) è un’associazione che dal 2005 si occupa di diffondere la conoscenza libera. In particolare, WMI sostiene la produzione, la raccolta e la distribuzione di contenuti liberi (open content), ossia di opere contrassegnate con una licenza che ne consenta ogni tipo di rielaborazione e riutilizzo.

Wikimedia Italia è il capitolo nazionale riconosciuto da Wikimedia Foundation Inc., la fondazione nota in tutto il mondo per Wikipedia. Wikimedia Italia promuove sul territorio nazionale attività volte a favorire la conoscenza e sostenere lo sviluppo dei progetti collaborativi, tra cui l’enciclopedia libera. Dal 2016, supporta anche la diffusione di OpenStreetMap, la “Wikipedia delle mappe”, di cui è stata riconosciuta come capitolo ufficiale per l’Italia dalla OpenStreetMap Foundation.

Grazie all’impegno e all’entusiasmo dei suoi soci e volontari, l’associazione lavora ogni giorno per rafforzare la comunità attiva sui progetti collaborativi sia online che offline, farla crescere nel numero e nelle competenze e garantire una continuità generazionale. WMI svolge inoltre un’attività di dialogo con i decisori politici volta a facilitare cambiamenti istituzionali e legislativi in accordo con i valori e finalità dell’associazione.

Per maggiori informazioni si veda: https://www.wikimedia.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • Si accascia in spiaggia e muore, tragica domenica per un anziano francavillese

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento