Enel ed Eni a supporto della sanità Pugliese: al Perrino 200mila euro e presidi sanitari

Per l’emergenza Covid-19 Enel ha stanziato un milione e mezzo di euro ed Eni si è occupata della fornitura di equipaggiamento sanitario per il rafforzamento della capacità delle terapie intensive

BRINDISI - Un milione e mezzo di euro per i cittadini pugliesi da Enel Cuore, la onlus del gruppo Enel. Azioni di supporto delle strutture sanitarie di Taranto e Brindisi da parte di Eni. 

Enel

Un milione e mezzo di euro sono stati messi a messi a disposizione da destinare, attraverso la gestione delle donazioni della Protezione civile regionale, all’allestimento di nuovi posti letto in terapia intensiva. Duecentomila euro saranno destinati per contribuire all’allestimento dei nuovi posti letto di terapia intensiva nell’ospedale Perrino di Brindisi e il restante 1.300.000 di euro per contribuire all’allestimento dei nuovi posti letto di terapia intensiva nelle altre strutture sanitarie della Regione, per contribuire all’allestimento di altri ambienti ospedalieri dedicati all’osservazione di pazienti post fase acuta Covid-19 e per provvedere all’approvvigionamento di dispositivi di protezione individuale nonché di ambulanza attrezzate.

Per l’emergenza Covid-19 Enel Cuore ha stanziato, complessivamente, oltre 23 milioni di euro. Tale stanziamento consentirà di finanziare, su tutto il territorio nazionale, progetti già individuati, o che lo saranno a breve, grazie al dialogo e al continuo coordinamento con Protezione Civile e Istituzioni nazionali e regionali in prima linea contro la diffusione del virus.

Chiunque vorrà sostenere la campagna della Regione Puglia e della Protezione civile regionale, potrà effettuare una donazione attraverso versamento su conto corrente, con queste coordinate bancarie:
 
IBAN:  IT51 C030 6904 0131 0000 0046 029
SWIFT / BIC CODE: BCITITMM
Intestato a REGIONE PUGLIA
Causale DONAZIONI CORONAVIRUS REGIONE PUGLIA

Ed è possibile donare utilizzando PayPal, con carta di credito, attraverso questo link: https://protezionecivile.puglia.it/donazioni/”

Eni 

Eni ha sviluppato iniziative di sostegno alla comunità e alle aziende sanitarie locali di Taranto e Brindisi attraverso la fornitura di equipaggiamento sanitario per il rafforzamento della capacità della terapia intensiva nelle strutture ospedaliere individuate dalla Regione.

A Brindisi sono state consegnate alla locale Azienda sanitaria 20 letti di terapia intensiva, 10mila mascherine KN95 e 30mila chirurgiche e sono in arrivo anche i presidi a supporto dei reparti ospedalieri e terapie intensive della città, quali carrelli di terapia intensiva, ventilatori polmonari per terapia intensiva, respiratori, defibrillatori, tute protettive, mascherine e altri presidi che saranno resi disponibili secondo la disponibilità di approvvigionamento.

A Taranto sono già state consegnate alla Azienda sanitaria locale 40mila mascherine tra chirurgiche, FFP2 e FFP3. Prossimamente verranno consegnati gli altri dispositivi di protezione individuale e apparati sanitari tra i quali occhiali e tute protettive, ventilatori polmonari, ventilatori–respiratori e monitor multiparametrici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Incidente in campagna: padre con la motozappa travolge il figlio

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Prima svolta, indagato il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Scu, estorsioni nelle campagne: “Un euro per ogni quintale di grano prodotto”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento