Attualità

Enel, "mancanza di prospettive occupazionali": sciopero lavoratori Cobas

Mercoledì 4 ottobre dalle ore 9 alle ore 12 in piazza Santa Teresa a Brindisi

BRINDISI - Il sindacato Cobas indice uno sciopero per mercoledì 4 ottobre dalle ore 9 alle ore 12 per le aziende appaltatrici che operano nella Centrale Enel di Cerano e quelle che lavorano sempre per l’Enel nel porto: "per la mancanza a tutt’oggi di prospettive occupazionali dopo la chiusura della Centrale". Appuntamento alle ore 9,30 in Piazza Santa Teresa dove una delegazione incontrerà il Prefetto, dottoressa Michela La Iacona.

"E’ da tempo che il Cobas insiste su questo argomento realizzando diverse manifestazioni ed incontri - si legge in una nota - siamo arrivati al dunque perché le buone intenzioni dell’Enel sono sparite o al massimo si nascondono dietro dichiarazioni di mancanza di disponibilità di spazi portuali. Quello che sottolineamo è la mancanza di attenzione per il nostro territorio da parte del Governo nazionale, di quello regionale". 

"Dopo tanta insistenza da parte dell’onorevole D’Attis per la istituzione del Comitato per il post chiusura Cerano di tutto ciò se ne è persa assolutamente alcuna traccia. Solo la lotta dei lavoratori può portare qualche risultato per la nostra città; cerchiamo di fare fronte unico contro chi si è dimenticato di no"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enel, "mancanza di prospettive occupazionali": sciopero lavoratori Cobas
BrindisiReport è in caricamento