Fasano. Chiude il centro post Covid del Pta, dimesso l'ultimo paziente

Dai primi di aprile sono stati accolti 31 pazienti, molti dei quali anziani con pluripatologie

FASANO - Dopo la chiusura della Casa della Salute come centro post Covid di Cisternino è la volta del reparto post acuzie del presidio territoriale di assistenza di Fasano. A dare l’annuncio il direttore sanitario della Asl di Brindisi, Andrea Gigliobianco: “Questa mattina - dice - è stato dimesso l’ultimo paziente. Il personale, come previsto nel protocollo sanitario, osserverà alcuni giorni di isolamento fiduciario e dopo la conferma della negatività al tampone potrà ritornare in servizio. La chiusura consente la ripresa dell'attività ambulatoriale con gli specialisti che sino ad ora sono stati impegnati nel centro post Covid. Cogliamo l'occasione - prosegue - per ringraziare Rosa Rosato, direttore del distretto sociosanitario di Fasano, Cisternino e Ostuni, Emanuela Ciracì, referente clinico infettivologo dei post Covid, e Francesco Loliva, responsabile sanitario del centro di Fasano”.

È proprio il dottore Loliva, cardiologo del Pta, a riassumere questi due mesi di attività: “Dai primi di aprile – spiega – abbiamo accolto 31 pazienti. La maggior parte è arrivata dalla residenza sociosanitaria "Il Focolare" di Brindisi o dal centro di riabilitazione della Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica: parliamo di anziani con pluripatologie. Per le visite – continua il dottore Loliva – abbiamo creato all’ingresso un’area filtro, con una barriera in plexiglas per permettere ai pazienti di incontrare i familiari. Se non potevano alzarsi dal letto, invece, li abbiamo messi in contatto con i parenti attraverso le videochiamate dal cellulare. L’équipe del post Covid era composta da quattro medici, sette infermieri, quattro operatori sociosanitari, tre ausiliari e una squadra di operatori della Sanitaservice: tutti hanno saputo gestire al meglio, con grande professionalità, questa situazione di emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento