Iniziative sociali e solidali per fronteggiare l'emergenza Covid

Donati tre sanificatori da un'azienda locale e avviata una campagna di raccolta di pc e tablet usati per la Dad

FASANO – Due iniziative solidali per sopperire ad alcune difficoltà del momento legate all'emergenza Covid-19, hanno coinvolto e coinvolgeranno il Comune di Fasano e i suoi abitanti. Ieri, venerdì 13 novembre, Domenico Santoro, amministratore della ditta fasanese UniMed, ha donato al sindaco Francesco Zaccaria tre sanificatori a ozono, che saranno poi installati in tre scuole primarie del territorio. “A nome dell’amministrazione comunale e mia personale, ringrazio il dottore Santoro e la UniMed – ha dichiarato il sindaco Zaccaria – per la sensibilità che ha mostrato in questo momento così complicato. Questo dono sottolinea la grande generosità del tessuto imprenditoriale fasanese, e si aggiunge alle tante donazioni che abbiamo ricevuto nel corso di questi mesi difficili. Questi sanificatori saranno consegnati alle scuole come da lui richiesto, e questo garantirà ambienti sani e salubri che renderà più sereni studenti e insegnanti." “Nella difficoltà di questo momento – ha dichiarato l’amministratore della ditta – noi come imprenditori dobbiamo essere vicini alla comunità. Questo è un piccolo gesto a favore della nostra comunità, che permetterà di mettere in sicurezza soprattutto le strutture pubbliche, come possono essere le scuole dell’infanzia, che rappresentano il futuro di Fasano.”

La seconda iniziativa sociale e solidale, invece, è promossa da giovani fasanesi. Una raccolta solidale di Pc ancora funzionanti da destinare alle famiglie in difficoltà soprattutto in questi tempi di Dad. Questo l'obiettivo della campagna "Cetenaffè" patrocinata dal Comune di Fasano e promossa dall'Anspi "Oratorio del Fanciullo" di Fasano in sinergia con “Informatici Senza Frontiere – sezione Bari” e i giovani di azione cattolica delle parrocchie Sant’Antonio Abate e San Giovanni Battista di Fasano e Santa Maria del Carmine di Pezze di Greco. I Pc raccolti, con precisi requisiti tecnici minimi, verranno rigenerati dai volontari di Informatici Senza Frontiere e consegnati alle famiglie in difficoltà tramite i Servizi Sociali del Comune di Fasano in un’ottica solidale ed ecosostenibile.

La recente pandemia - conferma l'assessore alle politiche sociali Angela Carrieri - ha messo in evidenza il digital divide che coinvolge le nostre comunità. Sono tante le famiglie senza un personal computer o un tablet che da un giorno all’altro si sono ritrovate a dover fare i conti con la didattica a distanza, così come tante sono le famiglie in cui un solo pc non è sempre sufficiente a soddisfare le esigenze di tutti i componenti. Cetenaffé è un progetto innovativo, pensato e messo su in pochissimo tempo da giovani professionisti che hanno deciso di mettere i propri studi, il proprio talento, ma soprattutto il proprio tempo a disposizione dell'intera comunità. Ciò non può che far loro onore.  Per questo invito tutta la cittadinanza a sostenere questo progetto”.

I promotori chiedono dispositivi funzionanti di costruzione successiva al 2009 con i seguenti requisiti tecnici minimi: Hard Disk 250 GB, Ram 4 GB e Windows 7 pre-installato, oltre a dispositivi come tablet, stampanti e scanner, sempre e comunque funzionanti e in buone condizioni.  La raccolta è rivolta sia ai privati cittadini che alle aziende del territorio che, tramite la donazione dei propri computer dismessi, possono ad esempio cogliere l’occasione di risparmiare al procedura di smaltimento dei Raee. Il ritiro dei pc avviene soltanto previo contatto con i volontari che valuteranno i requisiti e fisseranno un appuntamento. Sono stati attivati seguenti contatti: cellulare 353.3440688, indirizzo e-mail cettenafe@gmail.com e i canali social "Cettenafé" su Facebook e Instagram.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento