rotate-mobile
Attualità Fasano

Anche Fasano aderisce al Patto dei Comuni in difesa della parità di genere

Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, Fasano aderisce al patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere

FASANO - La panchina rossa al centro della sala consiliare affinché la lotta contro ogni forma di violenza sia sempre al centro dell’impegno di tutti. E ancora: le coccarde rosse per l’intero Consiglio e la Giunta per appuntare al petto la lotta contro ogni sopruso. E soprattutto l’adesione al Patto dei Comuni in difesa della parità di genere. Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne il Comune di Fasano si mobilita per celebrare il 25 novembre. 

È stato approvato oggi pomeriggio nel corso della prima giunta del nuovo mandato di Francesco Zaccaria il Patto dei Comuni per la parità e contro la violenza di genere, promosso da Anci su iniziativa del sindaco di Milano Beppe Sala. 

«Non un atto formale o dovuto, ma l’adozione concreta di un impegno costante a lottare in difesa della parità di genere e alla sua realizzazione ogni giorno e in ogni contesto della vita privata e lavorativa – spiega il sindaco Francesco Zaccaria – Ricordo che il Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza alla cui attuazione il primo cittadino ha riservato a sé la delega, ndr) ha riconosciuto le pari opportunità di genere, generazionali e territoriali come priorità trasversali alle sei missioni di cui si compone e in questa ottica sarà il nostro impegno quotidiano». 

Nel patto viene condannata «qualsiasi forma di violenza e di potere di un sesso sull’altro e si afferma la necessità di promuovere una cultura che porti a una parità reale, priva di stereotipi di genere che possono essere prodromici a eventuali atti di discriminazione e violenza». 

La sfida, si legge nel documento, «è quella di contribuire a costruire una società più paritaria e più equa, che dia la possibilità a tutte le persone, indipendentemente dal genere, di sviluppare talenti e potenzialità in ugual misura, di accedere agli stessi strumenti e mezzi, carriere professionali e trattamenti economici, senza che vi siano impedimenti dovuti a responsabilità di cura o a stereotipi». 

«La nostra amministrazione dal 2016 ad oggi si è sempre impegnata in questo campo e continuerà a farlo con ancora più impegno e determinazione – dice il sindaco Francesco Zaccaria –. Non ci può essere parità di genere finché c’è violenza nei confronti delle donne, dei più deboli, dei fragili. E la violenza non è solo fisica, ma è anche verbale, morale, psicologica. Ad ogni forma di sopruso diciamo no con convinzione e azioni concrete. La panchina rossa che oggi abbiamo scelto di collocare al centro della sala consiliare deve essere da monito per ognuno di noi affinché la lotta contro ogni forma di violenza sia al centro della nostra azione di amministratori e di persone in ogni momento».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Fasano aderisce al Patto dei Comuni in difesa della parità di genere

BrindisiReport è in caricamento