Porto di Savelletri, al via il restyling: finanziamento di circa 400mila euro

Gli interventi interesseranno principalmente il braccio di Levante. Saranno installati due pergolati con sei banchi coperti

FASANO – Al via i lavori per il restyling del porto di Savelletri. Obiettivo: la riqualificazione di tutta la zona e il rilancio della pesca, uno dei settori più importanti dell’economia di Fasano, strategico anche per il turismo. Ieri mattina (6 gennaio) è stato consegnato alla ditta vincitrice dell'appalto il cantiere per la riqualificazione del porto di Savelletri per cui il Comune di Fasano ha ottenuto un finanziamento di circa 400mila euro dal Gal (Gruppo di azione locale). I lavori si concluderanno entro maggio.  A effettuarli sarà la Edi Pro di Brindisi che si è aggiudicata la gara offrendo un ribasso d’asta del 32,55% sul prezzo a base d'asta. 

"Il finanziamento ottenuto è il frutto di una scelta politica lungimirante fatta dalla nostra Amministrazione immediatamente dopo l'insediamento – sottolinea il sindaco, Francesco Zaccaria – e cioè la scelta di cambiare Gal e di passare dal Gal 'Alto Salento' al Gal 'Valle d’Itria' in cui Fasano è l’unica città con lo sbocco a mare. Questa scelta ci ha consentito di attingere interamente ai fondi Feamp e quindi di ottenere questo importante e cospicuo finanziamento. Ringrazio quanti hanno consentito questo risultato a partire dalla struttura dei Lavori pubblici del Comune e tutti gli enti coinvolti". 

Gli interventi interesseranno principalmente il braccio di Levante del porto di Savelletri. Saranno installati due pergolati con sei banchi coperti, serviti di ogni servizio, dove sarà possibile sviluppare attività commerciali vendita diretta del pesce sui moli e un nuovo allaccio alla rete fognaria. "' previsto anche il rifacimento della pavimentazione in pietra, nuova illuminazione, nuove panchine, fioriere, cestini portarifiuti e quattro rastrelliere per il parcheggio delle biciclette. 

"Gli spazi sono stati pensati come spazi da vivere – spiega l'ingegnere. Giuseppe Marangi, tecnico progettista insieme all'architetto Claudio Convertino –Potranno essere utilizzati per attività legate alla pesca, ma anche usati durante il giorno da chiunque anche solo per leggere un libro sulle panchine. Ci saranno inoltre attrezzature per allacci di eventuali bancarelle per promuovere eventi, come festival ad esempio, per rilanciare il territorio". Saranno inoltre ristrutturati e riaperti i bagni pubblici, aggiungendo quelli per i disabili. 

"L'avvio di un cantiere rappresenta un momento sempre importante per una comunità: i cantieri rappresentano progettualità, lavoro, benessere, futuro e ci consentono di procedere sulla strada giusta di una Fasano sempre più riqualificata e vivibile. Inoltre, finalmente sarà risolto il problema dei bagni pubblici – dice il sindaco Zaccaria – che è un annoso problema di questa frazione si porta dietro da anni. A giorni inoltre speriamo di poter ottenere il finanziamento di 3milioni e mezzo di euro per il dragaggio del porto. Un finanziamento che seguiamo dal 2017 e di cui ora attendiamo solo la nota ufficiale. La macchina, anzi la barca è partita, e sta finalmente arrivando in porto".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento