Suolo pubblico, prorogata l'occupazione fino al 31 dicembre 2020

Come previsto dal provvedimento governativo, è stabilita l’esenzione del pagamento del relativo tributo fino alla stessa data

FASANO  –– L’amministrazione comunale, con deliberazione numero 252/2020, alla luce della considerazione che per un verso le misure già introdotte con precedenti deliberazioni hanno consentito,ha provveduto a  prorogare sino al 31 dicembre 2020 il termine di validità dell'occupazione del suolo pubblico, in un periodo di difficoltà per gli operatori del settore, così da preservare per quanto possibile la capacità ricettiva degli esercizi di ristorazione garantendo il mantenimento di quelle condizioni di sicurezza minime imposte dall’emergenza sanitaria. Inoltre, in considerazione ed in adesione alle limitazioni orarie prescritte dal Dpcm 24 ottobre 2020, la giunta ha deliberato che le stesse attività potranno in larga parte essere ammesse a svolgere il proprio lavoro nelle fasce orarie stabilite dal decreto salvo i casi nei quali si renda necessario un nuovo parere di viabilità.

"Il momento particolarmente difficile dal punto di vista sanitario, ma non meno complicato dal punto di vista economico - ha dichiarato l’assessore alle attività produttive, Luana Amati - ci vede sicuramente impegnati nella necessaria tutela dei tanti esercizi pubblici che vivono in grandi condizioni di precarietà ed incertezza. Nonostante ci si avvii verso la stagione invernale riteniamo che questo provvedimento, anche alla luce del tradizionale clima mite dei nostri luoghi, possa quantomeno alleviare le grandi difficoltà che i vari settori stanno affrontando e per questo possa essere utile ed apprezzato. Inoltre, con lo stesso atto, al fine di favorire lo snellimento delle procedure e per tutelare anche per il futuro gli esercenti, abbiamo pure previsto il rinnovo automatico della concessione nel caso in cui successivi interventi normativi dovessero estendere ulteriormente i termini di validità dei benefici economici a sostegno delle imprese per il pubblico esercizio senza la necessità di ulteriori provvedimenti dell’amministrazione. Invito, però, i titolari di autorizzazioni per la fascia oraria successiva alle 18, che occupano la sede stradale ed intendano proseguire nella somministrazione all’aperto, a ripresentare la domanda per l’acquisizione del necessario parere di viabilità. Ciò in considerazione della prescritta variazione degli orari di svolgimento delle attività che determina la modifica  degli orari della somministrazione anche all’aperto e quindi, della occupazione di suolo pubblico."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento