Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità Fasano

Tassa di soggiorno: tariffe legittime per il Consiglio di Stato

Il Comune è stato rappresentato e difeso in giudizio, dal capo dell’Avvocatura comunale, Ottavio Carparelli e da Vito Aurelio Pappalepore.  L’udienza di merito sarà fissata nel secondo trimestre del 2022

FASANO - Il Consiglio di Stato ha dichiarato attualmente legittime le tariffe dell’imposta di soggiorno di Fasano. Con l’ordinanza pubblicata ieri, lunedì 13 settembre, la V sezione del Consiglio di Stato si è pronunciata nel giudizio di appello proposto dal Comune di Fasano contro la sentenza del Tar di Lecce che in primo grado aveva dato ragione a FederAlberghi Brindisi. Le tariffe approvate in materia di imposta di soggiorno dall’amministrazione Zaccaria, per l’esercizio finanziario 2021 sono quindi, allo stato, legittime. 

I turisti, pertanto, dovranno regolarmente versare l’imposta di soggiorno secondo quanto stabilito dal consiglio comunale di Fasano con deliberazione numero 103 del 26 novembre 2020, avente ad oggetto: “Approvazione Regolamento Imposta di Soggiorno” e relativo Regolamento pubblicata sull'Albo Pretorio per 15 giorni consecutivi dal 4 dicembre 2020 al 19 dicembre 2020 e dalla giunta comunale con successiva deliberazione numero 293 del 27.11.2020, avente ad oggetto: “Determinazione tariffe imposta di soggiorno - anno 2021”, pubblicata sull'Albo Pretorio del Comune dal 1° dicembre 2020 al 17 dicembre 2020.

Il Comune di Fasano è stato rappresentato e difeso in giudizio, innanzi al Consiglio di Stato, dal capo dell’Avvocatura comunale, Ottavio Carparelli del foro di Brindisi, e da Vito Aurelio Pappalepore del foro di Bari.  L’udienza di merito sarà fissata nel secondo trimestre del 2022.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di soggiorno: tariffe legittime per il Consiglio di Stato

BrindisiReport è in caricamento