rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Da Fasano in Ucraina per salvare i cani dai canili: il viaggio dei volontari

Lorenzo e Sergio di "Quattrozampe nel cuore" sono partiti ieri (martedì 8 marzo) alla volta di Beregsuràny, in Ungheria, al confine con le zone di guerra

FASANO – Sono arrivati al confine con l'Ungheria, dopo 1900 chilometri dalla Puglia, con una sosta a Bologna per lasciare cibo nei rifugi, Lorenzo e Sergio, i volontari dell'associazione "Quattrozampe nel cuore" di Fasano che, ieri mattina (martedì 8 marzo), sono partiti per l’Ucraina ed arrivati a Beregsuràny, dove sono già iniziate le operazioni di recupero di circa 50 cani dai canili segnalati, per portarli al sicuro in Italia. 

“Ancora una volta la Quattrozampe nel cuore Fasano – spiega la presidente Antonella Colucci in un comunicato -, non si è tirata indietro. Ancora una volta non è rimasta sorda al muto e silente grido di dolore e d’aiuto, che arriva straziato dai canili. Anime senzienti, figlie di un Dio minore, che in questi giorni maledetti, stanno condividendo l’orrore di un inferno che sembra non voler finire. Stanno correndo i nostri, stanno sfidando la neve, sfidando bombe e guerra. Migliaia di cani, nei canili ucraini non mangiano dall’inizio della guerra. Una volontaria ucraina, anima pura, è saltata in aria nell’atto, alto e nobile di portare cibo per quei cani in agonia."

L'associazione di Fasano, ancora una volta, ha risposto alla richiesta di aiuto della Lav, l'associazione anti vivisezione italiana impegnata per identificare le situazioni di bisogno e aiutare gli animali con staffette "salvezza" e sistemarli nei rifugi del nord, tra Verona e Milano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Fasano in Ucraina per salvare i cani dai canili: il viaggio dei volontari

BrindisiReport è in caricamento