Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità San Vito dei Normanni

Festa dei nonni: in scena il dialogo tra generazioni con il "decano" Vincenzo

Presente anche l'uomo più longevo della provincia di Brindisi. L'evento si è tenuto domenica 1 ottobre a San Vito Dei Normanni, organizzato da Unicef

SAN VITO DEI NORMANNI - Una Festa dei nonni secondo lo stile Unicef quella che ha animato la centralissima via San Giovanni ieri, domenica 1 ottobre, a San Vito Dei Normanni: una festa all’insegna del dialogo tra generazioni, della trasmissione di conoscenze, della condivisione di storie ed emozioni e, ovviamente, dell'affetto e della gratitudine verso quegli autentici "angeli custodi" che sono i nonni. A realizzarla è stato il comitato provinciale brindisino dell’Unicef (che proprio a San Vito Dei Normanni ha la sua sede) in stretta collaborazione con le "Scuole amiche delle bambine e dei bambini" della città (1° e 2° istituto comprensivo, istituto professionale per i servizi sociali), del Consiglio Comunale delle ragazze e dei ragazzi, del Centro aperto polivalente anziani, di Casa Carbotti, della associazione "Li panari ti Santu Vitu", della Fratellanza Popolare e del Progetto S.A.I., e con il patrocinio della locale Amministrazione Comunale. 

La Festa dei nonni a San Vito Dei Normanni

Grazie ad una serie di postazioni dedicate, nonni e nipoti hanno potuto trascorrere qualche ora tra giochi e laboratori, poesie e disegni, ricordi e testimonianze, foto istantanee, sorrisi e solidarietà. Per i più piccoli è stato davvero bello scoprire i giochi dei nonni e cimentarsi personalmente, assistere alla preparazione della pasta fatta in casa, ammirare i lavori a maglia, la realizzazione dei "panari", la pulitura delle fave; bello declamare le poesie dedicate ai loro nonni, ascoltare da questi i proverbi e i modi dire di un tempo o posare con loro per una foto istantanea da collocare nella cornicetta appena realizzata con le proprie mani. Significativa l’esperienza raccontata dalle operatrici del Progetto S.A.I. a proposito di accoglienza e integrazione di persone giunte dall’estero, tra cui anche una nonna ucraina. 

Sono intervenuti pure Maria Errico, cui si deve l’apertura in città nel 2004 del Comitato provinciale Unicef e il merito di averlo guidato fino al 2018, ed Ernesto Marinò, che ha retto le sorti del comitato negli ultimi cinque anni. E poi, a sorpresa, l’arrivo di un nonno davvero speciale, il sanvitese Vincenzo Prete, 108 anni compiuti ad aprile, il più longevo dell’intera provincia di Brindisi, calorosamente accolto dai suoi piccoli e grandi concittadini, in testa il sindaco Errico e l’assessore all’istruzione Pennella. Sui banchetti allestiti dall’Unicef i tanti gadget grazie ai quali è possibile garantire acqua sicura e cure adeguate ai bambini e alle bambine vittime di malattie prevenibili e curabili.  

Un momento della Festa dei nonni

"E' stata una iniziativa davvero bella e coinvolgente - dice il nuovo presidente del comitato brindisino dell’Unicef Raffaele Romano - ed è sicuramente merito dei nostri volontari e di tutte quelle realtà scolastiche e di volontariato del territorio che hanno collaborato così egregiamente. A tutti loro e, ovviamente, ai protagonisti della giornata, ai nonni e ai loro nipoti che han partecipato così numerosi, va il nostro grazie. Aver anticipato di un giorno l’evento, svolgendolo di domenica, ci ha consentito di avere una grande partecipazione e siamo davvero soddisfatti dell’esito". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa dei nonni: in scena il dialogo tra generazioni con il "decano" Vincenzo
BrindisiReport è in caricamento