Fials: "Internalizzazione del 118 prima delle elezioni regionali"

Proclamato stato di agitazione. Carbone: “Basta al precariato e alle precarie retribuzioni economiche e normative contrattuali"

BRINDISI - Dopo la Cgil anche la Fials scende in campo per l’internalizzazione degli operatori del 118 dell’Asl di Brindisi, proclamando lo stato di agitazione. 

“I direttori generali delle Asl pugliesi, stanno internalizzando nella Sanità Service tutti gli operatori del 118 come da linee guida definite dalla Regione Puglia ad eccezione del direttore denerale dell’Asl di Brindisi” . Afferma il segretario generale Fials, Giuseppe Carbone, con una nota rivolta alla Regione aggiungendo che l’internalizzazione degli operatori del 118 nella sanità service della Asl Br è un diritto inviolabile dopo tanti anni di precariato nell’ambito delle cooperative pugliesi che gestiscono in convenzione tutto il servizio 118. 

“Basta al precariato e alle precarie retribuzioni economiche e normative contrattuali. Chiediamo che si proceda all’internalizzazione del 118 prima delle elezioni regionali”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento