Punta Penne: accesso in spiaggia anche per i diversamente abili

Il Comune ottiene un finanziamenteo regionale. Verranno realizzae pedane e zone d'ombra. Richieste anche le sedie job

BRINDISI - Il Comune di Brindisi ha ottenuto un finanziamento regionale nell’ambito delle “Norme a sostegno dell’accessibilità delle aree demaniali destinate alla libera balneazione per le persone diversamente abili”.

Il progetto presentato prevede l’allestimento di attrezzature a favore dell’accessibilità delle persone diversamente abili, in condizioni di sicurezza, nell’area litorale adiacente all’accesso nord del Parco costiero comunale “Punta Penne Punta del Serrone”, inserendosi in un contesto di pregio ambientale, già valorizzato con adeguate infrastrutture comunali che verranno integrate con pedane e zone d’ombra, sia come camminamenti sia come piattaforma. 

Sono state richieste, inoltre, tre sedie job per il loro trasporto oltre alle tre già ottenute lo scorso anno e messe a disposizione degli stabilimenti balneari. “La scorsa estate - racconta l’assessore con delega alle Politiche Ambientali Roberta Lopalco - ho ricevuto per mano di Simona Maniscalco, che si è fatta portavoce di un gruppo di cittadini, una petizione popolare per rendere accessibile ai diversamente abili, una spiaggia pubblica. Il bando regionale è stata l’occasione giusta per accogliere le loro istanze e realizzare un passo in avanti nel rendere accessibile a tutti un’area meravigliosa del nostro litorale”.

Attraverso la petizione, i cittadini avevano chiesto l’istallazione di una passerella nei pressi della spiaggia vicino a Torre Testa. Tuttavia il sito richiesto, oltre ad avere problematiche relative alla sicurezza stradale concomitante con sosta e trasbordo degli utenti, è esterno alla linea di demanio marittimo; dunque non poteva essere destinatario di questo finanziamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Insieme ai tecnici del settore Ambiente hanno individuato l’area alternativa proprio in prossimità del Parco costiero al fine migliorarne e valorizzarne l’accessibilità da parte di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Sversavano tonnellate di veleni: Brindisi come la "Terra dei Fuochi"

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento