“Fiori recisi”: studenti universitari contro la violenza sulle donne

Organizzato dal Polo Didattico dell’Asl di Brindisi. Appuntamento lunedì 25 novembre alle 9, presso il Polo Universitario “V.Valerio”

BRINDISI - Nell'ambito delle manifestazioni organizzate sulla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, si terrà il 25 novembre alle 9, presso il Polo Universitario “V. Valerio”- aula magna, la terza edizione dell’incontro “Fiori recisi” organizzato dal Polo Didattico dell’Asl di Brindisi, e destinato agli studenti dei corsi di laurea in Fisioterapia e Infermieristica. Queste figure professionali non solo richiedono una sensibilizzazione per argomenti così pressanti come tutte le giovani generazioni, ma  si troveranno in prima linea nel soccorso e recupero delle vittime di tale violenza.

Collabora all’iniziativa il centro antiviolenza “Io Donna” che, avvalendosi dei propri esperti, illustrerà le problematiche inerenti alla violenza domestica considerata una violazione dei diritti umani. Tali comportamenti sono una conseguenza della discriminazione contro le donne, dal punto di vista legale e pratico, e delle persistenti disuguaglianze tra uomo e donna. Il Centro antiviolenza poi presenterà i risultati di una propria ricerca che ha avuto come argomento “ violenza e disabilità”.

Partecipa, come sostenitore dell’iniziativa, il Soroptimist Club di Brindisi, da sempre attento all’ avanzamento della condizione femminile ed impegnato in numerose attività a carattere sociale volte alla creazione di opportunità per trasformare la vita delle donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento