Fondo ristorazione: al via le domande per ottenere il bonus

La misura si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo

BRINDISI - Confartigianato comunica l'apertura delle domande per ottenere il bonus dal Fondo Ristorazione. Il Fondo consente di richiedere contributi a fondo perduto da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 10.000 euro per l'acquisto di prodotti 100 per cento Made in Italy. La misura si rivolge a ristoranti, pizzerie, mense, servizi di catering, agriturismi e alberghi con somministrazione di cibo.

Il contributo finanzia gli acquisti fatti a partire dal 14 agosto 2020 (previa presentazione della relativa documentazione che attesta l'avvenuto acquisto). 

Confartigianato ricorda che per accedere al bonus si dovrà dimostrare, con relativi documenti fiscali, l'acquisto di prodotti agroalimentari e vitivinicoli italiani, il contributo è riconosciuto per l’acquisto di prodotti di filiere agricole e alimentari, tra gli obiettivi più importanti della misura c’è quello di valorizzare la materia prima del territorio. Gli acquisti dovranno riguardare almeno tre prodotti appartenenti a categorie diverse (tra questi tre, il prodotto più acquistato non dovrà superare il 50 per cento della spesa totale). Inoltre, questi prodotti dovranno rientrare in due specifiche categorie: vendita diretta o filiera nazionale integrale della materia prima del prodotto finito.

Possono aderire tutte le imprese che erano in attività alla data del 15 agosto che possano dimostrare un calo del fatturato da marzo a giugno 2020 rispetto allo stesso periodo 2019 (almeno 25 per cento), non è richiesto tale requisito per chi ha iniziato l’attività dal 1° gennaio 2019.

Le modalità di pagamento del contributo sono le seguenti, il 90 per cento come anticipo rispetto a quanto indicato in domanda e il restante 10 per cento al momento della presentazione della fattura di pagamento.

Le domande andranno presentate fino al 28/11/2020 tramite la Piattaforma della ristorazione (https://www.portaleristorazione.it/ portale appositamente predisposto sul sito di Poste Italiane). In alternativa, i soggetti richiedenti possono presentare la domanda direttamente agli sportelli di Poste italiane.

Una volta verificati i requisiti, il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali autorizzerà Poste italiane ad accreditare un anticipo del 90 per cento sul valore riconosciuto. Per sbloccare il restante 10 per cento del contributo concesso, entro 15 giorni dal primo accredito il beneficiario del bonus dovrà presentare, sempre a Poste Italiane, le prove dei pagamenti dei prodotti.

Il Ministero, nei limiti delle risorse disponibili e sulla base dei requisiti relativi all'acquisto di prodotti agroalimentari, con proprio provvedimento determinerà il contributo spettante a ciascun beneficiario.

I soci di Confartigianato possono contattare la sede provinciale di Brindisi al 328.8519445 e parlare con il direttore Rino Piscopiello oppure anticipare eventuali richieste di informazioni inviando una mail all’indirizzo t.piscopiello@confartigianato-brindisi.it 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento