Cobas: "Casi di positività al Covid anche all'ospedale di Francavilla"

Il sindacato continua a denunciare la situazione dei contagi tra gli operatori sanitari di ospedali e residente per anziani

FRANCAVILLA FONTANA - Dopo il caso di ieri, martedì 14 aprile, delle due operatrici positive della Sanitaservice a Brindisi, il Cobas denuncia la presenza di altri due operatori sanitari risultati positivi al Coronavirus. E' quanto annuncia Roberto Aprile, segretario territoriale dei Cobas, e questa volta all'interno dell'ospedale "Camberlingo" di Francavilla Fontana. Si tratta di un ausiliario della Sanitaservice e un Oss della Asl. "Scavando - continua Aprile - abbiamo appreso che  il contagio sembra aver colpito anche un infermiere in Oncologia, due infermieri in Chirurgia e qualche lavoratore della mensa". Tra gli episodi raccontati dal Cobas, anche, la vicenda di un ennesimo ausiliario della Sanitaservice, risultato positivo, che viveva con i genitori, entrambi deceduti: il padre di Covid al Perrino di Brindisi e la madre alcuni giorni dopo.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A Francavilla abbiamo riscontrato una situazione forse peggiore di quella del Perrino - continua Aprile - dove numerosi dipendenti hanno lavorato  per intere settimane senza aver ricevuto in dotazione gli opportuni Dpi, mantenendo la stessa mascherina per tantissimi giorni non avendone ricevute altre. In questi giorni i dipendenti Asl, dopo aver già effettuato Il tampone stanno effettuando gli esami del sangue. Nulla, invece, viene fatto ai lavoratori ausiliari e pulitori di Sanitaservice  di Francavilla. Per questo rivendichiamo l'immediata necessità che il tampone e altre analisi vengano effettuate su tutti i dipendenti compresi quelli che operano negli ospedali con le ditte appaltatrici. Il diritto alla salute deve comprendere tutti i lavoratori. Bisogna cambiare l’organizzazione del lavoro e dotare dei Dpi giusti tutti i lavoratori presenti negli ospedali che si confermano sempre di più come il luogo del contagio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento