Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Mobilità sostenibile: "Francavilla sempre più europea e smart"

Intercettato finanziamento regionale da 45mila euro. La cittadinanza avrà a disposizione 30 giorni per presentare osservazioni sul progetto

FRANCAVILLA FONTANA - Il piano urbano della mobilità sostenibile di Francavilla Fontana diventa realtà. Nelle scorse ore la giunta Denuzzo ha adottato questo innovativo strumento urbanistico che riorganizza gli spostamenti dentro e fuori il perimetro cittadino in un’ottica di sostenibilità. “L’adozione del Pums – dichiara il sindaco Antonello Denuzzo – risponde ad una precisa idea di città capace di rinnovarsi e cambiare di fronte ai nuovi scenari globali. Con questo strumento riorganizziamo la fruizione dello spazio urbano in una prospettiva che tutela le persone, la salute e il patrimonio storico-architettonico. Lavoriamo ad una Francavilla Fontana sempre più europea, smart ed inclusiva.” Il Pums contiene soluzioni che garantiscono la coesistenza tra tutti gli utenti della strada. In questo rinnovato scenario trovano continuità tutte le iniziative intraprese dall’amministrazione comunale sino ad oggi, dal pedibus al bus a chiamata.

“Al momento del nostro insediamento – dichiara l’assessore alla mobilità sostenibile Sergio Tatarano – Francavilla Fontana non aveva un piano del traffico, peraltro obbligatorio per legge e mai adottato. Oggi questa amministrazione, intercettando un finanziamento regionale di 45mila euro, è andata molto oltre, dotando la città di uno strumento che ripensa la mobilità intorno alla persona.” Il Pums introduce una serie di misure volte a diminuire la pressione del traffico urbano, convogliando i veicoli lungo arterie extraurbane e creando una serie di parcheggi a ridosso delle aree centrali. Qui potranno realizzarsi delle cerniere di mobilità che avranno la funzione di agevolare il passaggio dal veicolo privato a quello pubblico o a mezzi sostenibili, come ad esempio la bicicletta. In sintesi, cambierà la prospettiva della fruizione della strada, con il primato che passerà dall’automobile alla persona. In coerenza con questo principio la città sarà dotata di ampie aree di “mobilità dolce” e di zone dedicate allo spostamento in bicicletta o a piedi.

Sul fronte dei flussi urbani gli interventi di maggiore impatto riguarderanno la creazione di una serie di rotonde in punti strategici, quali ad esempio largo Cappuccini e l’intersezione tra viale Lilla, via Roma, via San Francesco e via Pisacane. “Sin dal nostro insediamento stiamo lavorando per dotare Francavilla di strumenti urbanistici che rispondano alle esigenze di una città moderna. Il Pums è un passo importante – spiega l’assessore all’urbanistica Nicola Lonoce – che si pone in maniera complementare con l’impianto del piano urbanistico generale che nella parte interessata non è stata oggetto di osservazioni da parte della Regione.”  Il Pums è consultabile sul sito internet istituzionale. La cittadinanza avrà a disposizione 30 giorni per presentare osservazioni sul progetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità sostenibile: "Francavilla sempre più europea e smart"

BrindisiReport è in caricamento