rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Francavilla Fontana

I medici non accettano di lavorare in Ostetricia e Ginecologia al Camberlingo: sospesi i ricoveri

Fino al 15 maggio, mentre viene assicurata l'attività ambulatoriale, di day service e di monitoraggio ostetrico. Le emergenze per le nascite saranno garantite nell'ospedale Perrino di Brindisi. A vuoto le procedure di reclutamento ordinarie

FRANCAVILLA FONTANA - Con decorrenza immediata (l'articolo viene pubblicato sabato 15 aprile 2023) e fino al 15 maggio, sono sospesi i ricoveri nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dell'ospedale di Francavilla Fontana, mentre viene assicurata l'attività ambulatoriale, di day service e di monitoraggio ostetrico. Lo comunica l'Asl di Brindisi con una nota stampa.

Le emergenze per le nascite saranno garantite nell'ospedale Perrino di Brindisi. La decisione è legata alla grave carenza di personale medico e atteso che nessuno ha accettato di essere assunto a seguito delle procedure di reclutamento ordinarie. La sospensione è temporanea: sono infatti in corso procedure concorsuali e procedure straordinarie finalizzate alla riapertura del punto nascita del Camberlingo nel più breve tempo possibile. 

Le reazioni

Prosegue la nota: "Il management aziendale, pur consapevole del disagio causato a molte pazienti, è costretto a questa decisione per non esporle a rischi derivanti da insufficienti condizioni di sicurezza clinica e organizzativa. Si tratta di una decisione faticosa, arrivata dopo aver provato nell'ultimo mese a evitarla con tutti i mezzi possibili che leggi e disponibilità del mercato del lavoro consentono".

Infine, concludono, dall'Asl: "Resta fermo l'impegno di riattivare l'attività ordinaria di ricovero in un presidio a servizio di un vasto bacino di utenza non appena questo sarà possibile, sempre garantendo qualità, efficienza e soprattutto sicurezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I medici non accettano di lavorare in Ostetricia e Ginecologia al Camberlingo: sospesi i ricoveri

BrindisiReport è in caricamento