Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Francavilla Fontana

Cade in una buca, il Comune non dovrà risarcirla: "Doveva prestare attenzione"

I fatti risalgono al 2008. La corte d'Appello ribalta la decisione di primo grado sul ricorso presentato da una cittadina di Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA - Nei giorni scorsi è stata notificata una sentenza della Corte d’Appello di Lecce che si è pronunciata a favore del Comune di Francavilla Fontana, rappresentato dall’avvocato Augusto Lippolis, in una causa civile promossa da una residente infortunata a causa di una rovinosa caduta. I fatti risalgono all’agosto del 2008. Secondo la ricostruzione fornita dalla ricorrente, mentre la signora scendeva da un marciapiede di Viale Lilla cadeva al suolo a causa di una buca non visibile. A sostegno di questa tesi sono state portate nel primo grado di giudizio numerose testimonianze da parte dei cittadini che hanno assistito all’incidente.

Il tribunale di Brindisi, sulla base della documentazione fotografica e testimoniale, condannò il Comune di Francavilla Fontana a risarcire l’attrice con un importo di circa 6 mila euro. A seguito del ricorso in appello del Comune, a distanza di quasi 13 anni dai fatti, è arrivata una sentenza che ribalta totalmente la decisione assunta nel primo grado di giudizio. Secondo i giudici la dinamica rappresentata non può ritenersi provata perché la situazione di pericolo era prevedibile e percepibile prestando un minimo grado di attenzione. Al contrario, la signora, pur essendo di giovane età, secondo i giudici non ha usato le misure di cautela necessarie per affrontare in sicurezza un qualsiasi percorso stradale.

Sulla base di questo presupposto la Corte d’Appello ha condannato l’attrice a risarcire le spese processuali ed ha assolto il Comune da ogni responsabilità circa quanto accaduto. “Con questa sentenza – spiega l’assessore al contenzioso Nicola Lonoce – i giudici della Corte d’Appello introducono il principio della valutazione della condotta individuale come ulteriore strumento per la definizione delle responsabilità custodiale dei Comuni. Se questa linea interpretativa sarà confermata, si porrà un freno alle numerose controversie pretestuose sollevate contro le pubbliche amministrazioni, portando ad un notevole risparmio per le casse pubbliche.” La sentenza, però, non è ancora definitiva perchè la cittadina potrà presentare ricorso in Cassazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in una buca, il Comune non dovrà risarcirla: "Doveva prestare attenzione"

BrindisiReport è in caricamento