menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stretta contro gli assembramenti: chiusi i distributori automatici dalle 21 alle 7

L'ordinanza del sindaco Antonello Denuzzo: i bar nel weekend non potranno aprire prima delle 4 del mattino

FRANCAVILLA FONTANA - Il sindaco di Francavilla Fontana Antonello Denuzzo ha firmato un'ordinanza per rafforzare le misure di contrasto alla diffusione del Coronavirus contenute nell’ultimo decreto della presidenza del Consiglio dei ministri (Dpcm). A partire da oggi (venerdì 16 ottobre) è prevista tutti i giorni la chiusura dei distributori automatici h24 dalle 21 alle 7. Le attività commerciali del settore della ristorazione con codice Ateco 56.30 (bar e altri esercizi simili senza cucina), la cui chiusura giornaliera è stabilita nel Dpcm entro le 24 per i locali che effettuano servizio al tavolino e entro 21 per tutti gli altri, nel fine settimana – specificatamente i sabati e le domeniche – non potranno riaprire prima delle 4.

"Mi spiace intervenire nei confronti di alcuni operatori commerciali, ma in questo momento nel bilanciamento degli interessi la tutela della salute è prioritaria. Dobbiamo prevenire la formazione di assembramenti là dove si formano. La situazione dei contagi a Francavilla Fontana è sotto controllo, ma non possiamo abbassare il nostro livello di allerta – dichiara il sindaco Antonello Denuzzo – dobbiamo limitare il più possibile le occasioni di diffusione del virus. Con questi provvedimenti parifichiamo le condizioni di operatività degli esercenti commerciali e dei distributori automatici e diamo una regolamentazione alle modalità di apertura delle attività commerciali nei fine settimana. Alle tre persone che in questo momento risultano positive esprimo il mio augurio di pronta guarigione".

Le misure contenute nell’ordinanza avranno validità sino al 13 novembre 2020.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Attualità

Pareti "scorticate" a causa dell’umidità: "Ecco come viviamo e nessuno interviene"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento