Attualità

Brindisi, G20 dei ministri degli Esteri e cooperazione internazionale: pronto il dispositivo di sicurezza

Il prefetto di Brindisi Carolina Bellantoni, ha tenuto le ultime riunioni di coordinamento delle Forze di Polizia e del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

BRINDISI - Il Prefetto di Brindisi Carolina Bellantoni, ha tenuto le ultime riunioni di coordinamento delle Forze di Polizia e del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per l’organizzazione del complesso sistema di sicurezza e tutela approntato in vista dello svolgimento, in questo Capoluogo e presso la base dell’Unhrd di San Vito dei Normanni (Br), del G20 – Sessione Cooperazione e Sviluppo, che avrà luogo nella provincia brindisina il prossimo 30 giugno.

Nel corso di questi mesi, si  sono svolte, al riguardo, numerose riunioni del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e di coordinamento tecnico delle Forze di Polizia, con focus specifici sulla programmazione degli eventi, sulla valutazione e predisposizione di accurate misure di sicurezza e di controllo del territorio richieste dall’evento di grande rilievo internazionale. 

A momenti di approfondimento e briefing, svolti alla presenza dei  rappresentanti della Delegazione per la Presidenza Italiana del G20 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Cerimoniale Diplomatico della Repubblica, sono seguite  riunioni con i vertici territoriali delle Forze dell’Ordine, del Comando Brigata Marina San Marco e Presidio Militare di Brindisi, la Direzione della Base dell’Unhrd, l’Amministrazione comunale di Brindisi, la Polizia Locale, la  Polizia Stradale, la Asl, i Vigili del Fuoco nonché i  rappresentanti di tutti gli enti, a vario titolo coinvolti per l’organizzazione dell'evento.  

Numerose le delegazioni che parteciperanno alla sessione dei lavori che, com’è noto, riguarda la cooperazione e l’assistenza umanitaria.  Agli incontri, oltre ai rappresentanti di governo degli Stati membri del G20, interverranno anche i vertici delle principali agenzie delle Nazioni Unite, tra le quali il World Food Programme.

Brindisi, città di pace e di accoglienza, è pronta a ricevere le Delegazioni. Pronto anche il dispositivo di sicurezza per i due eventi in programma nel capoluogo, in relazione ai quali il Prefetto ha adottato una serie di provvedimenti mirati a regolamentare, nel giorno del G20, le eventuali manifestazioni pubbliche e la viabilità extraurbana, allo scopo di rendere fluido il traffico in vista dell’arrivo delle Delegazioni, contemperando le esigenze di sicurezza della manifestazione con quelle dei cittadini.

Le misure all’interno della città, in gran parte da attuarsi in forma dinamica al passaggio del corteo delle delegazioni, sono state concordate, d’intesa con il Sindaco del capoluogo, in sede di Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Notevoli, ma discreti i servizi ed i dispositivi approntati in città e lungo i percorsi che conducono ai tre siti teatro degli incontri, frutto di una intensa e competente attività tecnico-organizzativa posta in essere dalla Questura di Brindisi in questi mesi.

Nella circostanza sarà imponente l’impiego delle Forze di polizia, con il coinvolgimento della Polizia Locale, nelle attività di prevenzione e controllo del territorio ai fini di assicurare il regolare svolgimento dell’evento, che certamente rappresenta, per   il territorio, un'importante vetrina nello scenario internazionale.          

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brindisi, G20 dei ministri degli Esteri e cooperazione internazionale: pronto il dispositivo di sicurezza

BrindisiReport è in caricamento