"Sa' Puglia - sapere per gustare": in vetrina le prelibatezze del territorio

Dal 30 luglio fino a settembre una serie di incontri dedicati ai prodotti agroalimentari più importanti della Puglia

Vuoi conoscere i prodotti tipici della nostra regione? Dall’olio, al vino, ai formaggi e salumi, fino all’ortofrutta e al pesce di Puglia? Da domani e per tutto il mese di agosto e settembre presso la sede del Gal Alto Salento sarà possibile partecipare ad incontri volti ad imparare a conoscere i prodotti agroalimentari più importanti della Puglia nell’ambito del progetto “Sa’ Puglia – Sapere per gustare”. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Its Agroalimentare Puglia, insieme al Gal Alto Salento e al Centro di Ricerca e Sperimentazione in Agricoltura Crsfa "Basile Caramia" di Locorotondo.

Hanno presentato il progetto presso la sede del Gal Alto Salento (ex Macello comunale di Ostuni), il Presidente e il Direttore del Gal Alto Salento 2020, dr. Gianfranco Coppola e il dr. Gianfranco Ciola, il dott. Giuseppe Maggi in rappresentanza della Fondazione Its  Agroalimentare di Puglia e il sindaco del Comune di Ostuni, avv. Guglielmo Cavallo.

Questo percorso di conoscenza sarà tenuto ilocandina Sa' Puglia-2n lingua italiana e inglese da esperti e docenti della materia, ogni martedì, mercoledì e giovedì a partire dalle ore 19,00 presso la sede del Gal Alto Salento 2020 (ex macello comunale di Ostuni ex SS 16). Impareremo a distinguere le qualità organolettiche dei principali vini di Puglia, dal Nero di Troia, al Primitivo di Gioia a di Manduria, fino al Negramaro, gli olii delle varietà pugliesi delle diverse Dsp a cominciare dalla Dop Collina di Brindisi, i formaggi ovini, caprini e vaccini, sia stagionati che a pasta filata.

Conosceremo i salumi di Puglia a cominciare dal Capocollo di Martina Franca (Presidio Slow food), e i prodotti ortofrutticoli con laboratori di degustazione del pomodoro dove saranno messi a confronto alcune vecchie varietà legate al territorio come il pomodoro Fiaschetto di Torre Guaceto e Regina di Torre Canne con i pomodori della globalizzazione ossia varietà commerciali ottenute da ibridi. Una giornata sarà invece dedicata al pesce dell’Adriatico e alle modalità con le quali può essere sfilettato. Tutti prodotti fortemente legati all’identità della Puglia. Conosceremo i metodi di produzione, e attraverso analisi sensoriale potremmo scoprire pregi ed eventuali difetti, al fine di evitare frodi e creare dei consumatori consapevoli che sanno apprezzare la qualità e la storia di un prodotto.

L’incontro è aperto a tutti. 
Info: dott. Gianfranco Ciola + 39 3382673289   dott. Andrea Turco +39 347 705 8982
info@galaltosalento2020.it 
Per prenotazioni: https://www.itsagroalimentarepuglia.it/sapere-per-gustare

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

  • Consiglio regionale: cinque eletti in provincia di Brindisi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento