Venerdì, 24 Settembre 2021
Attualità Mesagne

Gestione dei servizi di welfare: l'ambito territoriale sociale Br4 diventa consorzio

Questa mattina (mercoledì 8 settembre) la sottoscrizione con atto notarile alla presenza dei sindaci di Cellino San Marco, Erchie, San Pancrazio Salentino, San Pietro Vernotico, Torchiarolo, Torre Santa Susanna, Latiano, San Donaci e Mesagne

MESAGNE - Con la sottoscrizione dell’atto notarile firmato in mattinata è stato formalmente costituito il consorzio per la gestione integrata dei servizi di welfare dell’ambito territoriale Br4. Dopo la firma, i nove sindaci dei Comuni che formano l’Ats Br4 si sono riservati un incontro nell’aula consiliare del Comune di Mesagne.

Erano presenti: Antonio Matarrelli, sindaco del Comune di Mesagne e presidente del coordinamento istituzionale, Salvatore De Luca, sindaco di Cellino San Marco, Pasquale Nicolì, sindaco di Erchie, Salvatore Ripa, sindaco di San Pancrazio Salentino, Pasquale Rizzo, sindaco di San Pietro Vernotico, Elio Ciccarese, sindaco di Torchiarolo, Michele Saccomanno, sindaco di Torre Santa Susanna, Cosimo Maiorano, sindaco di Latiano, Angelo Marasco, sindaco di San Donaci e Antonio Calabrese, consulente tecnico istituzionale dell’Ats Br4.

Come espresso in modo unanime dai nove primi cittadini, il lungo e proficuo lavoro di analisi, approfondimento e mediazione prodotto dal coordinamento istituzionale, insieme ai segretari generali e ai responsabili di servizio, ha consentito la nascita di un nuovo soggetto che -  data la sua natura giuridica - sarà dotato di autonomia finanziaria, per una più chiara definizione dei centri di costo e una migliore gestione delle risorse.

Come si legge nell’atto costitutivo, lo scopo del consorzio è la gestione in forma associata ed unitaria delle politiche sociali, resa attraverso l’erogazione integrata dei servizi alla persona, l’organizzazione e l’offerta di attività socio-assistenziali e socio-sanitarie. L’auspicio espresso dai rappresentanti istituzionali dei territori coinvolti è che si possano continuare a perseguire obiettivi di sicurezza sociale in grado di garantire ai cittadini una qualità della vita adeguata ai bisogni crescenti, soprattutto delle fasce più deboli e a maggior rischio di emarginazione sociale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione dei servizi di welfare: l'ambito territoriale sociale Br4 diventa consorzio

BrindisiReport è in caricamento