menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giornata della memoria: studenti protagonisti della cerimonia in prefettura

Una medaglia d’onore conferita dal presidente della Repubblica alla memoria del signor Carmelo Semeraro di Mesagne

BRINDISI - Si è svolta stamane (lunedì 27 gennaio), in Prefettura, con la partecipazione delle massime autorità provinciali e dei rappresentanti degli enti Locali, la manifestazione celebrativa del “Giorno della Memoria” per ricordare le vittime dell'Olocausto.  “Coltivare la memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare.” ha affermato il prefetto Guidato nel suo intervento di saluto, ricordando le parole della senatrice a vita, Liliana Segre, sopravvissuta agli orrori di Auschwitz-Birkenau.

20200127_104806-2

Nel corso della cerimonia è stata consegnata una medaglia d’onore conferita dal presidente della Repubblica alla memoria del signor Carmelo Semeraro di Mesagne, che ha vissuto l'esperienza dell'internamento nei campi di concentramento nazisti.

20200127_113446-2

Gli studenti della provincia sono stati i veri protagonisti della cerimonia, regalando ai presenti momenti emozionanti con le loro riflessioni, i loro canti ed i loro ricordi; hanno fornito spunti interessanti per riflettere e non dimenticare una tragica pagina della storia recente. I giovani  studenti del Liceo Musicale “Durano”, del Liceo Classico “Marzolla”, del Liceo Scientifico “Fermi-Monticelli”, del Liceo Artistico “Simone”, dell’Istituto Tecnologico “Giorgi”,  dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali “Morvillo-Falcone”, del Liceo delle Scienze Umane e Linguistico “Palumbo” e del “Polo Tecnico Professionale “Messapia” (Ferraris-De Marco-Valzani), sono riusciti, con varie modalità di espressione artistica ed espressiva, a ricordare i tragici eventi della shoah, sottolineando l’importanza del 'dovere della memoria', perché le tragiche vicende dell’Olocausto non si ripetano mai più e prevalgano sempre, nel futuro, i valori alti della libertà e della pacifica e democratica convivenza civile.

La brochure della manifestazione, è stata realizzata con i lavori realizzati dagli studenti del Liceo Artistico “E. Simone”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento