Giornata mondiale dell’Alimentazione: merenda "sana" anche a Carovigno

Anche gli studenti di una scuola di Carovigno riceveranno pane e olio extravergine di oliva, pane e marmellata e un buon bicchiere di latte

CAROVIGNO - Pane e olio extravergine di oliva, pane e marmellata e un buon bicchiere di latte saranno la merenda giusta servita e spiegata dalle aziende di Campagna Amica e dal gruppo dei volontari di giovani e donne di Coldiretti in Puglia agli studendi di alcune scuole pugliesi. Tra queste anche il plesso Lanzillotti dell’Istituto comprensivo di Carovigno. Le altre scuole coinvolte nell’iniziativa sono: l’Istituto comprensivo statale Mazzini-Modugno di Bari, la Scuola primaria Dante Alighieri di Foggia, l’Istituto comprensivo Armando Diaz di Laterza in provincia di Taranto e l’Istituto comprensivo "Teresa Sarti" di Campi Salentina in provincia di Lecce. L'appuntamento è per domani 16 ottobre 2019, alle ore 10,30.

E’ quanto annuncia Coldiretti Puglia che ‘passa all’azione’ ad iniziare dalla ‘Generazione Alpha’ di consumatori in erba con la merenda giusta che piace al palato e fa bene alla salute, in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione per ricordare l'anniversario della data di fondazione dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, comunemente conosciuta come Fao, istituita a Québec il 16 ottobre 1945.

La maggioranza dei bambini (54 per cento) fa una merenda inadeguata - segnala Coldiretti Puglia - con il consumo di alimenti con eccessiva densità calorica, ma c’è anche una minoranza del 3,4 pe cento che, al contrario, la salta addirittura del tutto a metà mattino.

“Per aiutare tutto il sistema scolastico e le famiglie ad alimentare al meglio le giovani generazioni e l’intero nucleo familiare, da anni il Progetto di Educazione alla Campagna Amica ha agevolato l’incontro tra i bambini e i prodotti agricoli ‘fatti’ dagli agricoltori. In Puglia negli ultimi 10 anni sono stati coinvolti nel progetto delle masserie didattiche 90mila bambini e 270 scuole. Il nostro obiettivo è ‘culturale’ e consiste nel tentare di cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque, formando consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti”, dichiara il Presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia.

L’attenzione a come si alimentano i ragazzi al di fuori delle mura domestiche – aggiunge Coldiretti Puglia – è un preciso dovere di tutti, a partire dagli enti locali - Comuni, Province e Regioni - delle istituzioni scolastiche che dovrebbero preferire i prodotti tipici e tradizionali non solo per i pranzi somministrati agli alunni, ma anche per i brevi momenti di ristoro, dei pediatri che dovrebbero consigliare, sin dai primi anni di vita dei bambini una corretta alimentazione, magari indirizzando le mamme verso cibi che siano costruiti il meno possibile ‘in laboratorio’, piuttosto in casa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento