Giornate del Fai d'autunno, ottimo risultato per il primo week end

Sono circa 200 le persone hanno visitato la Chiesa di Santa Maria del Casale a Brindisi, un centinaio quelle che hanno potuto conoscere la storia del chiostro dell'ospedale civile “Umberto I” di Fasano

BRINDISI - Le giornate di autunno organizzate dalla delegazione di Brindisi e dal gruppo giovani di Brindisi del fondo ambiente italiano hanno riscosso un successo inaspettato in termini di affluenza e di gradimento da parte della comunità brindisina e non solo, soprattutto viste le stringenti norme di sicurezza dettate dall’emergenza Covid. Circa 200 persone hanno visitato la Chiesa di Santa Maria del Casale a Brindisi, dove è stato possibile ammirare i pregiati affreschi e visitare il chiostro della chiesa ascoltando il racconto dei volontari del Gruppo Giovani Fai Brindisi. Apertura che si è resa possibile grazie alla collaborazione con l’arcidiocesi di Brindisi-Ostuni e con il parroco della Chiesa di Santa Maria del Casale, don Giovanni Prete.

Mentre a Fasano è stata registrata un'affluenza di circa 100 persone che hanno potuto visitare e conoscere la storia del chiostro dell'ospedale civile “Umberto I” di Fasano, ex convento dell’Ordine dei Paolotti adibito ad ospedale nel 1813, che custodisce una vera marmorea, decorata con volute floreali e mascheroni, ritenuta in passato opera dell’artista Vanvitelli. Qui l'apertura è stata possibile grazie alla disponibilità della Asl Brindisi, proprietaria del bene, nella persona di Giuseppe Pasqualone direttore generale dell’Asl di Brindisi e di Rosa Rosato dirigente medico del distretto socio sanitario Fasano- Ostuni- Cisternino a cui fa capo l’ospedale di Fasano. Un appuntamento che ha espresso il suo valore anche grazie alla sinergia tra diverse associazioni territoriali.

La delegazione Fai di Brindisi ha voluto accogliere l’invito dell’associazione eco museale della Valle d’Itria, che ha candidato il chiostro e il pozzo alla decima edizione de “I Luoghi del Cuore”, censimento del Fai ancora in corso, e cogliere l’occasione per rendere visitabile questo bene durante il primo weekend dedicato alle giornate Fai d'autunno avvalendosi anche della preziosa collaborazione della società di Storia Patria-sezione di Fasano, nella persona del presidente Maria De Mola, che ha accompagnato di persona i visitatori alla scoperta della storia di questo luogo.

Ringraziamenti per la collaborazione all'esito della manifestazione alla Croce Rossa Italiana sezione di Brindisi con il suo presidente Concetta Marra e alla Croce Rossa Italiana Comitato di Fasano con il suo Presidente Roberto Posado. La presenza dei volontari della Cri, che hanno affiancato i volontari Fai, ha fornito quella garanzia di sicurezza sanitaria, che ha permesso ai numerosi visitatori di poter godere della visita serenamente. Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 24 e domenica 25 a Masseria il Frantoio di Ostuni, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00 con turni ogni 45 minuti, massimo 15 persone. Durata della visita 40 minuti. Per prenotare andare sul sito www.fondoambiente.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento