Mercoledì, 19 Maggio 2021
Attualità

Per i giovani di Tuturano un nuovo campo di calcetto: realizzato il sogno di don Antonio

Martedì 10 dicembre alle 15 l’inaugurazione con una partita. A seguire un buffet per i partecipanti

TUTURANO – I giovani di Tuturano avranno un campo di calcetto tutto nuovo, grazie al parroco don Antonio Merico e grazie a Enel che ha finanziato completamente il progetto di riqualificazione. Martedì 10 dicembre alle 15 l’inaugurazione con una partita di calcetto tra la squadra della parrocchia “Maria Santissima Addolorata”, composta da giovani di età compresa tra i 14 e i 19 anni e una squadra di Enel Produzione di Cerano. A seguire un buffet per i partecipanti. Sarà presente una delegazione della società e il vicario generale della diocesi di Brindisi-Ostuni, Fabio Ciollaro.

Grande soddisfazione per don Antonio Merico, da cinque anni alla guida della parrocchia di Tuturano, molto attento alle esigenze dei giovani don antonio merico-2del paese e dell’intera comunità. “Quando sono arrivato a Tuturano c’era un campo fatiscente, l’erbetta era consumata. La parrocchia ha una squadra di calcetto composta da giovani che frequentano le scuole superiori, non avere un campo in buone condizioni è una grossa difficoltà. Ritengo che lo sport sia uno degli strumenti di aggregazione e crescita molto importante. Così ho chiesto aiuto ad alcuni amici della centrale di Cerano che subito si sono mossi realizzare questo progetto. Enel, si sa, è sempre stata attenta alle esigenze del territorio promuovendo e supportando molte iniziative e questa è una di quelle”.

Il campo di calcetto con erbetta sintetica, sito in via Colemi, adiacente alla casa canonica e a poche decine di metri dallo stadio di Tuturano, dopo tutto l’iter burocratico necessario, nei giorni scorsi è stato rimesso a nuovo e da martedì sarà a disposizione della comunità. Uno dei tanti sogni che don Antonio, “il parroco di strada”, come egli stesso ama definirsi, è riuscito a realizzare da quando ha preso le redini della parrocchia del paese. I giovani sono al centro di tutte le sue attività. “I giovani bisogna renderli attori e non spettatori, quelli che frequentano la parrocchia sono ragazzi molto volenterosi e responsabili, pieni di risorse. Tanto per fare un esempio si occupano delle dirette Facebook e Youtube della Santa Messa della domenica, adesso si stano autotassando per acquistare un computer migliore per la parrocchia, necessario per le dirette e altre attività”.

Un parroco a passo con i tempi che utilizza i social come mezzo di aggregazione e per raggiungere anche parrocchiani virtuali. Sulla sua pagina Facebook si possono vedere i link delle celebrazioni eucaristiche, le attività della parrocchia e le campagne di sensibilizzazione per aiutare le fasce deboli del territorio. Di recente si è occupato, insieme alla Caritas, della raccolta di generi alimentari per le famiglie in difficoltà e i tuturanesi hanno risposto con grande entusiasmo, ne sono prova le foto pubblicate che mostrano la quantità dei materiali raccolti. L’inaugurazione del campo di calcetto sarà un’altra occasione per unire ancora una volta la comunità di Tuturano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per i giovani di Tuturano un nuovo campo di calcetto: realizzato il sogno di don Antonio

BrindisiReport è in caricamento