Imprenditori donano ecografo polmonare a Pneumologia di Ostuni

Questa volta l’iniziativa di solidarietà è giunta da San Pietro Vernotico, paese d’origine del primario Pierluigi Bracciale ma anche da Cellino San Marco, Brindisi e altri comuni

OSTUNI – Nuova donazione all’ospedale civile di Ostuni da parte di imprenditori privati del posto. Dopo due ventilatori, è stato donato un ecografo polmonare modello Mindray M6. Questa volta l’iniziativa di solidarietà è giunta da San Pietro Vernotico, paese d’origine del primario Pierluigi Bracciale, stimato professionista, ma anche da Cellino San Marco, Brindisi e altri comuni.

“Frutto della ricerca e dell’esperienza Mindray, il nuovo ecografo modello M6 si colloca in una fascia di qualità diagnostica al Top di gamma. La scelta della giusta apparecchiatura, occupa un ruolo chiave nel raggiungimento ottimale degli obiettivi di prevenzione”. Si legge in una nota di presentazione dell’iniziativa. "Il sistema diagnostico a ultrasuoni M6 è progettato per andare incontro alle esigenze degli ambienti sanitari impegnativi e frenetici in cui agiscono i medici”.

“Ringrazio di cuore tutti voi - ha dichiarato Bracciale - per l’ impegno, la volontà ed il grande carico di solidarietà che vi ha accomunato in questo periodo. Per noi, che rimaniamo chiusi nel nostro reparto a operare in favore della salute dei cittadini, il vostro gesto rappresenta una grande iniezione di fiducia e di stimolo continuo per la nostra attività. Cerchiamo sempre di fare del nostro meglio, al massimo delle nostre possibilità, per salvare e/o alleviare quanto più possibili vite e sofferenze dei pazienti. Grazie, Grazie, Grazie Sempre”. 

ecografo polmonare-2

La donazione è frutto di una raccolta fondi nata da un bisogno manifestato dallo stesso dott. Bracciale. La rete di solidarietà si è creata grazie all’unione di alcuni imprenditori che, rispondendo alla chiamata al fronte da parte del primario di Pneumologia, hanno unito le loro forze per il raggiungimento della cifra necessaria all’acquisto dell’apparecchiatura.

Le donazioni sono state veicolate dalla Società Gamma Group Srl di Cellino San Marco, che ha finalizzato l’acquisto ed autorizzato direttamente la società fornitrice, alla consegna.

I benefattori

I donatori che hanno contribuito all’ acquisto dell’ecografo sono: Albano Carrisi; Cav. Renzo Scandiuzzi per il tramite della Società “Scandiuzzi Steel Constructions Spa” e del suo referente su Brindisi Ing. Parisi Nicola; Famiglia Martina per il tramite della Società “Gamma Group Srl”; avv. Paolo Leccisi per il tramite della Società “Cantina Sampietrana”; Famiglia Protopapa per il tramite della Società “Cmv Srl”; Pierangelo Pinto e Giuseppe De Marco per il tramite della Società “Jap Store”; Roberto Casale per il tramite della Società “Vegetable linea agricola Srl”; Curto Daniele ed Omar Rollo per il tramite della Società “Crono Srl affiliato Coop Alleanza 3.0”; Famiglia Agrimi per il tramite della Società “L’isola del fresco”; Simone Acquaviva per il tramite della società “Cam Mercedes Benz Lecce”; Famiglia Rizzo per il tramite della società “Coffee Bet Di Maiorano Cinzia”; Domenico Padula ed Emila Blasi.

"I donatori esprimono grande soddisfazione nel vedere concretizzato questo gesto di solidarietà al quale hanno aderito senza esitazioni, consentendo all’ospedale di dotarsi di un macchinario indispensabile e di veloce diagnosi. I benefattori hanno supportato la raccolta fondi, convinti dell’importante ruolo che rivestono le aziende nel sostenere iniziative utili, sia per responsabilità sociale, sia per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini, rendendo nel contempo, e nel loro piccolo gesto, il territorio più efficiente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia passa in zona gialla: cosa cambia fino al 21 dicembre

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento