Capitaneria: il comandante Canu incontra l'International propeller Club

Il presidente nazionale dell'associazione e i presidenti di Brindisi e Taranto accolti dal capitano di vascello

BRINDISI - Questa mattina (venerdì 8 marzo), il comandante della Capitaneria di Porto di Brindisi, il capitano di vascello Giovanni Canu, ha ricevuto, presso la Capitaneria di porto di Brindisi, la visita del presidente dell’International Propeller Clubs, Umberto Masucci del presidente del Propeller Club di Taranto, comandante Michele Conte e del presidente del Propeller Club di Brindisi, Donato Caiulo.

La storica associazione culturale è nata nel 1923 con l’obiettivo di promuovere l'incontro e le relazioni tra persone che gravitano nei trasporti marittimi, terrestri, aerei e favorisce la formazione e l'aggiornamento tecnico, culturale tra tutti gli appartenenti alle categorie economiche e professionali legate allo sviluppo dei traffici portuali. 

L’incontro è stato promosso dal presidente del Propeller di Brindisi nell’ambito della sinergia sempre più concreta tra l’autorità marittima e la storica associazione culturale del Propeller, nell’ambito delle iniziative finalizzate alla valorizzazione delle attività marittime e dei trasporti internazionali e nazionali del Porto di Brindisi. 

Giovanni Canu 2-3

Si è trattato di una preziosa occasione per parlare, nel rispetto delle diverse competenze e specificità, della realtà portuale brindisina, con le sue progettualità e le sue problematiche. Durante la visita il presidente Masucci ha ricordato con viva cordialità l’incontro di martedì scorso con il comandante generale del Corpo delle Capitanerie di Porto, ammiraglio ispettore capo Giovanni Pettorino, ed ha richiesto al comandante del porto di Brindisi di assumere il ruolo di figura super partes necessaria ad assicurare il dialogo ed il coordinamento tra i diversi, principali, attori che operano all’interno dell’economia portuale brindisina, ciò anche e soprattutto al fine di garantire, all’interno di una cornice di sicurezza, l’armonizzazione delle soluzioni condivise. 

Nel ringraziare per la disponibilità del comandante Canu, gli ospiti hanno, infine, sottolineato l’esigenza di dare al settore marittimo brindisino la centralità che merita, avendo quale principale obiettivo lo sviluppo della competitività del porto che rappresenta un’occasione per valorizzazione tutto il territorio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento