menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Friday for Future: a Brindisi un'ora di sciopero e gara ecologica

Il resoconto della giornata di mobilitazione negli istituti superiori in una nota dell'Unione degli Studenti

BRINDISI - “Cortei e i momenti di attivazione in tutta Italia in lotta contro i cambiamenti climatici, per il Friday For Future del 24 maggio. Dopo i casi di repressione a Palermo, noi studenti chiediamo libertà di insegnamento e di ricerca dai privati e dai governi autoritari!”, dichiarano gli studenti brindisini che hanno organizzato per l’occasione un’ora di sciopero in tutte le classi.

“Anche a Brindisi nonostante le difficoltà organizzative riscontrate dal comitato locale, ritenendo che il tema ambientale oggi sia di fondamentale importanza e vada necessariamente trattato nelle nostre scuole abbiamo deciso di attivarci come Studenti per l’ambiente e come singoli collettivi (basti pensare al lavoro portato avanti dal Collettivo Marzolla attivo durante queste settimane di avvicinamento alla data, con momenti di discussione e di formazione sul tema)”.

Friday For Future 24 maggio 2019 (2)-2

Una protesta affidata ai cartelli: “Abbiamo deciso di riempire di colore e di messaggi significativi tutte le nostre scuole portando avanti la realizzazione di foto petizioni e cartelloni nelle nostre classi, facendo scioperi della prima ora in cui gli studenti si sono ritrovati in momenti assembleari e di discussione sulla questione climatica nella nostra città e accompagnando il tutto anche con dei momenti ludici come quello della Trash Challange, durante i quali ci siamo divertiti e sfidati a chi riuscisse a rendere migliore la propria classe nel segno del riciclo e della sostenibilità ambientale”.

Friday For Future 24 maggio 2019 (4)-2

“Oggi nonostante ogni difficoltà anche a Brindisi abbiamo deciso di mandare un messaggio forte alla comunità tutta: cambiare il sistema che ci sta portando al disastro climatico”, dichiara Stefano Mariano, coordinatore dell’Unione degli Studenti Brindisi. "Le scuole sono il punto di partenza in cui far nascere e portare avanti la voglia della popolazione giovanile di cambiare il sistema produttivo e sociale che ci ha portato a questo disastro ambientale”.

Friday For Future 24 maggio 2019-2

“Continueremo a lavorare nella città e negli istituti come Uds e come studenti per l’ambiente per mettere la questione climatica al centro del dibattito pubblico e per far dichiarare lo stato di emergenza climatica anche a Brindisi e in ogni nostra scuola, seguendo l'esempio dell'istituto Notarangelo di Foggia che oggi ha dichiarato lo stato di allerta."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento