Arrivano le guardie giurate: fallisce il furto a un capannone industriale

In fuga a mani vuote una banda che ha tentato di forzare la saracinesce del capannone dell'impresa edile Di Giulio

BRINDISI – In fuga a mani vuote i ladri che la scorsa notte (giovedì 10 aprile) hanno preso di mira il capannone dell’impresa edile Di Giulio, situato in contrada Piccoli, nella zona industriale di Brindisi. Una guardia giurata dell’istituto di vigilanza Ivri, intorno alle ore 3,20, ha notato dei tagli sulla saracinesca del fabbricato, segno evidente del tentativo di intrusione. I malfattori, con ogni probabilità, resisi conti dell’imminente arrivo della pattuglia, si erano già dileguati, prima ancora dell’attivazione dell’antifurto. I rilievi del caso sono stati effettuati dai poliziotti della sezione Volanti della questura di Brindisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Un contributo a fondo perduto fino a 40mila euro per gli artigiani

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

  • Altri 16 alunni positivi nel Brindisino: chiusa una scuola media

  • Migrante investito da un neopatentato: tragedia sulla provinciale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento