menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I sindacati dei lavoratori bancari brindisini ai clienti: "State a casa"

Appello firmato da tutte le sigle, con invito a rinviare le operazioni non urgenti e a utilizzare bancomat, mail e telefono

BRINDISI – I sindacati dei lavoratori bancari brindisini, Fabi, First Cisl, Fisac Cgil, Uilca Uil e Unisin, hanno diffuso un messaggio diretto alla clientela, invitandola a restare a casa e a rimandare tutte le operazioni non urgenti, ricorrendo invece ai bancomat, ai contati telefonici o via e-mail, a tutela della salute di ognuno. Un messaggio breve, ma efficace che conclude con la parola d’ordine “i bancari non possono stare a casa, tu devi stare a casa”.

“Caro/a cliente, in questo periodo di emergenza legata alla diffusione del “Coronavirus” è importante evitare il più possibile le occasioni di contatto personale. Perciò ti chiediamo: non andare in banca! Rimanda tutto ciò che non è necessario ed urgente, come: le semplici interrogazioni del conto corrente, i pagamenti con scadenze future, la richiesta di informazioni sui prodotti bancari. Telefona o manda una mail se vuoi sapere qualcosa. Usa il bancomat se vuoi prelevare; proteggi te stesso/a e i nostri colleghi. I bancari non possono stare a casa, tu devi stare a casa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sanremo, sul palco dell'Ariston anche una ballerina brindisina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Frutta e verdura di stagione: la spesa di marzo

Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento