Lunedì, 14 Giugno 2021
Attualità

Lezioni a distanza, lettera di una maturanda: "Così ci negate una degna preparazione"

Una studentessa dell'Iiss Majorana: "Hanno avuto sette mesi per risolvere il problema del trasporto scolastico"

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Laura Carinola, studentessa dell’ultimo anno dell’Iiss Majorana di Brindisi sull’ordinanza del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che a partire da lunedì prossimo (26 ottobre) dispone la didattica a distanza per tutte le ultime tre classi delle scuole superiori, per alleggerire il carico di studenti che grava sul trasporto pubblico. 

Maturi – Dad (didattica a distanza) 2021. È proprio così che andrà la nostra maturità. È una realtà sempre più vicina quella che ci fa pensare ad una maturità on-line. Il presidente della Eegione Puglia Emiliano ha deciso, dal 26 ottobre al 13 novembre, di far fare lezione in Dad alle terze, quarte e quinte classi delle scuole superiori per risolvere un problema a cui avrebbero dovuto pensare molto prima di riaprire le scuole. 

Era un dato di fatto che i mezzi pubblici sarebbero stati sovraffollati e hanno avuto 7 mesi di tempo per pensare a come risolvere questo problema ma hanno preferito comprare banchi con le rotelle. Ora se ci sono proprio delle classi da scegliere che devono sfruttare la possibilità della didattica a distanza non sono le quinte a cui è dovuta per diritto una preparazione degna di essere chiamata tale per sostenere il primo esame importante che la vita gli ha messo davanti. 

Ci sono ore di alternanza scuola-lavoro e ore di laboratorio che soprattutto per gli istituti tecnici professionalizzanti sono fondamentali. Purtroppo in una situazione del genere non è possibile manifestare come vorremmo ma la proposta è di riunire i rappresentanti d'istituto di ciascuna scuola della regione Puglia per organizzare un incontro con il presidente della Regione per fare presente questo grande problema.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lezioni a distanza, lettera di una maturanda: "Così ci negate una degna preparazione"

BrindisiReport è in caricamento