rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Attualità

Cerimonie per anniversario della Liberazione: gli incontri in città e in provincia

Lunedì 25 aprile ricorre il 77esimo anniversario della Liberazione d'Italia. Le cerimonie coinvolgono autorità e studenti

BRINDISI - Lunedì 25 aprile, alle ore 10.30, presso il Monumento ai Caduti di piazza Santa Teresa a Brindisi, sarà celebrato il 77esimo anniversario della Liberazione promosso dalla Prefettura di Brindisi, in collaborazione con il comando Brigata Marina San Marco e il Comune di Brindisi. Alla solenne cerimonia saranno presenti le massime autorità civili, militari e religiose, le associazioni combattentistiche e d’arma, nonché una significativa rappresentanza di studenti.

Il programma della cerimonia anche quest’anno  prevede, dopo la rassegna dei reparti schierati da parte della massima autorità, il tradizionale momento dell’alzabandiera e quello della deposizione della corona d’alloro al Monumento ai Caduti, cui seguiranno gli interventi del sindaco di Brindisi, Riccardo Rossi, e del prefetto, Carolina Bellantoni.

Seguirà in piazzetta Sottile De Falco, l'omaggio alla memoria dei caduti della Resistenza  promosso dal comitato provinciale Anpi con la deposizione della corona d’alloro ai piedi della lapide che ricorda il partigiano brindisino Antonio Vincenzo Gigante, decorato con medaglia d’oro della Resistenza.

Il programma a San Vito Dei Normanni 

Quest'anno, la cerimonia commemorativa del 77° anniversario della Liberazione d'Italia a San Vito dei Normanni si terrà, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose cittadine, di tutte le associazioni combattentistiche e d'arma e del Consiglio Comunale delle Ragazze e dei Ragazzi, nel pomeriggio di lunedì 25 aprile. Alle ore 17.45 ci sarà il raduno dei partecipanti in piazza Leonardo Leo. Alle 18 partirà il Corteo alla volta del Monumento ai Caduti (piazza Giovanni Paolo II) dove, dopo la deposizione di una corona d'alloro, si terranno brevi interventi commemorativi.

Al mattino, come è consuetudine, il sindaco Silvana Errico parteciperà alla cerimonia in programma in piazza Santa Teresa a Brindisi, mentre il vice presidente del Consiglio Comunale, Piero Iaia, si recherà in rappresentanza del Comune di San Vito dei Normanni a Cerignola, in località Santa Maria Valle Cannella, ove il 25 settembre del 1943 un militare sanvitese, il 33enne Michele Antonio Ancona, fu trucidato insieme con altri 10 soldati italiani e inglesi, allo sbando dopo la
proclamazione dell'armistizio, da un gruppo di militari tedeschi.

Il programma a Latiano

Lunedì 25 aprile, in occasione della Festa della Liberazione, è convocata una seduta straordinaria del consiglio comunale di Latiano. A partire dalle ore 16.30, i lavori consiliari si svolgeranno in piazza Umberto I alla presenza delle massime autorità civili, militari e religiose nonché dei consoli della Grecia, della Lituania, del Marocco e del Guatemala.  Oltre l’inno di Mameli sarà cantato  - da cittadini ucraini attualmente ospitati a Latiano -  l’inno nazionale ucraino. Argomenti all’ordine del giorno saranno la memoria della liberazione dell’Italia dal nazifascismo, la pace nel mondo e l’abolizione delle guerre come opzione necessaria per salvaguardare l’esistenza dell’umanità. 

Dopo la discussione, alla quale prenderanno parte, oltre al sindaco Mino Maiorano, ideatore dell’iniziativa, ed ai componenti della pubblica assise cittadina latianese, molte delle anzidette autorità presenti ed anche alcuni rappresentanti del mondo della scuola -  si procederà all’adozione di due atti deliberativi inerenti, rispettivamente, l’abolizione delle guerre come unica speranza per la salvaguardia dell’umanità ed il conferimento della cittadinanza onoraria al milite ignoto. Al termine dei lavori del consiglio comunale ci si sposterà in piazza Capitano d’Ippolito, dove sarà deposta e benedetta una corona di alloro presso il monumento dei caduti in guerra e si scoprirà una targa intitolata al milite ignoto.

Si concluderà con un momento musicale curato dagli artisti Aldo Gallone (tenore), Antonella Rubino (soprano) e Luciana Maddalena Devicienti (soprano).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerimonie per anniversario della Liberazione: gli incontri in città e in provincia

BrindisiReport è in caricamento