Il Liceo Scientifico “Leonardo Leo” compie 50 anni

A causa dell’emergenza sanitaria, l’evento, condotto dal giornalista Antonio Celeste, si è svolto senza pubblico in diretta streaming sul canale Youtube della scuola

SAN VITO DEI NORMANNI - Celebrato nel pomeriggio del 9 gennaio scorso il cinquantesimo anniversario della nascita del Liceo Scientifico “Leonardo Leo” di San Vito dei Normanni, parte del polo liceale Marzolla Leo Simone Durano di Brindisi. A causa dell’emergenza sanitaria, l’evento, condotto dal giornalista Antonio Celeste, si è svolto senza pubblico in diretta streaming sul canale Youtube della Scuola.

A fare gli onori di casa la dirigente scolastica, prof.ssa Carmen Taurino, insieme a pochissimi altri componenti della comunità scolastica, i docenti Giusi Becci, Lucianna Frallonardo, Maria Linda Galasso, Federico Leuzzi, e il rappresentante degli studenti Vittorio Salonna. In presenza anche  il sindaco della città, la  prof.ssa Silvana Errico, ex studentessa del Leo, e il giornalista Raffaele Romano, anch’egli ex studente dell’Istituto, e il sacerdote Giuseppe Grassi di cui è stato apprezzato il breve, ma significativo intervento, sulla figura del musicista Leonardo Leo.

foto 12 Leo 50-2

Ospite d’eccezione il prof. Donato Scolozzi, figura autorevole dell’insegnamento della Matematica nel mondo accademico e già Direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Preside della Facoltà di Economia presso l’Unisalento, che ha sottolineato l’importanza della Matematica come scienza non fine a se stessa, ma utile all’uomo e alla società perché i suoi modelli consentono di interpretare la realtà  e l’insieme dei fenomeni  socio-economici e statistici.

foto 8 Leo 50-2

Altrettanto pregnante e apprezzata la riflessione, in collegamento online, del prof. Fernando Fiorentino, docente di Filosofia Teoretica presso l’Unisalento, sul profondo legame tra musica e matematica già noto a Pitagora, che per primo intuì i  rapporti numerici tra le frequenze. Ad aprire solennemente la serata, la benedizione della targa commemorativa dei 50 anni del Liceo Leo, che inaugurava la sua prima classe nell’anno scolastico 1970-71. Non sono mancati gli auguri del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Dott.ssa Giuseppina Lotito a valorizzare l’importante momento. 

Foto 3 Leo 50-2

In una articolata e coinvolgente programmazione, a tratti commovente, si sono susseguite le testimonianze dei diplomati iscritti all’albo d’oro del Leo, oggi affermate personalità in svariati campi professionali, in Italia o all’estero. Solo per citarne alcuni, il fisico Andrea Camposeo dirigente di ricerca presso il Cnr NanoScienze di Pisa o il trentenne ricercatore in Ingegneria chimica Gianvito Vilè, a capo di un gruppo di ricerca pionieristica di chimica sostenibile e dal 2019 inserito nella lista annuale degli scienziati chimici più influenti della Società Chimica Americana. Tutte le ‘eccellenze’ hanno ricordato con emozione gli anni del liceo, la scoperta delle loro attitudini, l’acquisizione di un solida formazione basata su rigore metodologico, la nascita di forti legami rimasti saldi nel tempo, la dimensione di collaborazione e dialogo che ha segnato gli anni della loro crescita. Non è un caso che ogni anno la Fondazione Agnelli, nell’ambito dell’indagine Eduscopio, confermi la qualità della formazione dei diplomati al liceo Leo, collocando la scuola nelle prime posizioni.

foto 9 Leo 50-2

Tra i momenti più toccanti della serata la proiezione del video che narra la storia della Scuola dalla sua istituzione, a partire dalle affascinanti immagini in bianco e nero di foto e vecchi verbali, per arrivare all’esplosione di colori che oggi caratterizza l’arredo contemporaneo della struttura.  “Perché il Leo- come ha detto commossa la dirigente scolastica Carmen Taurino- è una scuola che ha saputo resistere, lottare, reinventarsi fino a  affermarsi come punto di riferimento per l’intera città e il territorio con il suo assetto organizzativo e didattico innovativo”.

Foto 7 Leo 50-2

La storia dell’ Istituto è stata arricchita dai ricordi, in alcuni casi anche divertenti, raccontati dal vivo dal sindaco prof.ssa Errico e dal giornalista Raffaele Romano. Numerose performance artistiche hanno allietato la serata: gli studenti del Leo hanno  dimostrato talenti e competenze nel campo del canto, della danza e della recitazione, né poteva mancare, in onore del musicista e compositore sanvitese Leonardo Leo, il prezioso omaggio del Liceo Musicale “Durano”, attraverso le pregevoli esibizioni degli studenti  e dei loro docenti. Sentita e partecipata l’atmosfera, come testimoniano le migliaia di visualizzazioni della diretta streaming- oltre 3500- e  i numerosissimi commenti nella chat connessa alla diretta. L’intera comunità ha festeggiato, anche in tempo di pandemia, il suo storico liceo, un prestigioso presidio culturale di cui, come ha affermato il sindaco Silvana Errico, si deve essere orgogliosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento