Attualità Sant'Elia / Piazza Giacomo Favretto

La fuoriuscita di liquami va avanti da giorni: cittadini sempre più esasperati

Ancora nessun intervento per risolvere il problema che da quasi una settimana interessa piazza Favretto, al rione Sant'Elia, dove l'aria è irrespirabile. Vicenda seguita anche dall'Asl

BRINDISI – La fuoriuscita di liquami prosegue senza sosta in piazza Favretto, al rione Sant’Elia. Da una settimana il tanfo è insopportabile e nessuno ancora interviene per ripristinare il tratto di rete fognaria intasato, nonostante il rischio sanitario.

L’Asl ha infatti segnalato la problematica al Comune di Brindisi, all’Arca Nord Salento (ex Iacp, ente proprietario delle palazzine che si trovano intorno alla piazza) e all’Acquedotto Pugliese, segnalando la situazione di criticità. Nel corso di un sopralluogo effettuato lo scorso 30 maggio da una ditta appaltatrice di Arca Nord, il problema è stato individuato in un pozzetto presente sull’asfalto, di competenza dell’Acquedotto Pugliese. Il giorno successivo, su richiesta dei residenti, i tecnici Aqp si sono recati sul posto e avrebbero riscontrato, da quanto riferito da cittadini presenti durante il sopralluogo, che il pozzetto di propria competenza era libero.

A quel punto i residenti, tramite pec, si sono rivolti all’Asl Brindisi, che a stretto circo ha inviato il proprio personale. I rischi sanitari sono evidenti. L’aria irrespirabile ne è un chiaro sentore. Stamattina, fra l’altro, i residenti si sono dovuti attivare per liberare un tratto di strada in cui era previsto il passaggio di una sposa diretta alla cerimonia nuziale. Ma con il caldo che proprio da un paio di giorni comincia a farsi sentire, la situazione non potrà che peggiorare. Non è più tempo di beghe burocratiche e rimpalli di responsabilità. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La fuoriuscita di liquami va avanti da giorni: cittadini sempre più esasperati
BrindisiReport è in caricamento