Lotta contro la lebbra: l'Aifo raccoglie 5.775 euro nel Brindisino

Domenica 26 gennaio 2020, e nelle settimane seguenti, i soci e i volontari Aifo di Ostuni hanno raccolto le offerte

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato a firma di Franco Colizzi e Caterina Nacci Coordinatore rispettivamente coordinatore di Aifo  Puglia e Referente Aifo Ostuni.                                                           

Anche quest’anno siamo stati in campo per  celebrare  la 67^ Giornata Mondiale dei Malati di Lebbra , appuntamento solidale istituito  nel 1954 ,  da Raoul  Follerau, al cui pensiero e alla cui azione si ispira l'Associazione  Italiana Amici di Raoul Follereau (Aifo). Il tema dell’edizione 2020 “Da 60 anni i nostri progetti uniscono il mondo” sottolinea l’impegno  a lottare contro questa malattia e le sue implicazioni sociali. Con 200 mila nuovi malati l’anno, la lebbra è una delle cosiddette malattie tropicali dimenticate, che colpiscono a vari livelli circa un miliardo di persone nel mondo. I fondi raccolti  con la distribuzione del miele e del riso  della solidarietà contribuiranno a sostenere 46 programmi sanitari di diagnosi e trattamento della lebbra e di tutte le malattie tropicali dimenticate,  differentemente distribuite nei  Paesi  più poveri del mondo,  tutte associate a condizioni di estrema miseria e curabili con trattamenti a basso costo.

Domenica 26 gennaio 2020, e nelle settimane seguenti, i soci e i volontari Aifo di Ostuni hanno raccolto offerte per un importo di € 5.775,00 con la collaborazione delle comunità parrocchiali di Ostuni , Cisternino, San Michele e Brindisi e con la partecipazione di altre associazioni come l'Avis e Isabella Bellanova di Ostuni, Unitrè di San Vito.

In questo periodo emergenziale dovuto alla pandemiail gruppo Aifo  di Ostuni  ha partecipato alla raccolta fondi a sostegno dell'Ospedale Civile di Ostuni e aderendo alla campagna nazionale di Aifo "Solidali con l'Italia, solidali con il mondo" ha  collaborato con la Caritas cittadina donando alcune confezioni di riso basmati  della solidarietà di Aifo. Si ringraziano  tutti i volontari  per l'impegno concreto    e  tutti i sostenitori che consentono di portare avanti i progetti  di Cooperazione Sanitaria nei paesi piu poveri, così da poter dar corpo all'incitamento di Raoul Follerau: "organizzare l'epidemia del bene e che essa comtamini il mondo".                                                                                                                                                                                                                                               
                                         
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento