Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Un cortometraggio per l'8 marzo, per sensibilizzare sulla violenza di genere

"Il tuo coraggio, la mia salvezza": parla di Chiara, studentessa di 14 anni, che racconta in un tema le violenze subite dal padre Luca

"Il tuo coraggio, la mia salvezza" è il cortometraggio scritto e diretto dal regista Antonio Patisso. In occasione dell'8 marzo per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla violenza sulle donne. Un fenomeno, quella della violenza sulle donne e del femminicidio, aumentato notevolmente durante i lockdown dovuti alla pandemia del Coronavirus che ha colpito il mondo.

Per combattere questi episodi oltre ad adeguate leggi servono adeguate forme di prevenzione e di educazione. E' da qui che nasce il cortometraggio "Il tuo coraggio, la mia salvezza", che vede protagonista nel ruolo inedito del cattivo l'attore  e personaggio Lucio Epifani, affiancato dalle attrici Valentina Bianco e Anna Gallo, nel ruolo della vittima.

Chiara, studentessa di 14 anni racconta in un tema le violenze subite dal padre Luca, un uomo patriarcale e maschilista, che oramai disoccupato, sfoga tutte le sue frustrazioni sulla famiglia, con atti violenti fisici e verbali. La moglie, Anna, pur di pagare le bollette e mettere un piatto in tavola, trova un piccolo lavoro come donna delle pulizie presso il vicino di casa, un avvocato che vive da solo. Questo non fa altro che alimentare la frustrazione e umiliazione di Luca che diventa sempre più violento e geloso.

Una storia forte, che continua, intensa e cruda proprio per evidenziare l’agghiacciante problema che vivono molte donne, nel momento in cui il partner diventa un loro nemico. Una storia che ha un lieto fine. Un lieto fine che parla chiaro soprattutto a chi è vittima di violenza e che vuole dimostrare che uscire dalla violenza si può e che il coraggio può essere salvezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un cortometraggio per l'8 marzo, per sensibilizzare sulla violenza di genere

BrindisiReport è in caricamento