Martedì, 3 Agosto 2021
Attualità

Mancato rinnovo contratto Oss: Fp Cgil chiede intervento prefetto e organi regionali

La nuova carenza di personale mette a rischio anche l’assistenza sanitaria stessa dal momento che l'emergenza sanitaria è ancora in corso

BRINDISI - Continua a restare alta l’attenzione da parte della Cgil sul mancato rinnovo del contratto dei 141 Oss in servizio presso la Asl di Brindisi fino al 31 gennaio scorso che da oggi sono a casa. Decisione che secondo Pancrazio Tedesco, segretario generale Fp Cgil, mette a rischio anche l’assistenza sanitaria stessa dal momento che l'emergenza sanitaria è ancora in corso. 

Il sindacato, in una nota inviata al Prefetto di Brindisi, al residente della Regione Puglia, al Dipartimento promozione della Salute della Regione e ai consiglieri regionali tutti, chiede l’intervento del Prefetto “affinchè venga garantito il diritto costituzionale alle cure migliori possibili”. E agli organi regionali chiede “di voler urgentemente intervenire per far ripristinare il corretto esercizio dell’attività amministrativa  in ossequio alle linee guida impartite dal Dipartimento della Salute regionale, affinchè non si continui a sconfinare in una sorta di esercizio di autonomia individuale avulsa dall’alveo delle regole acclarate da tutti gli attori sociali e istituzionali che compongono i tavoli di concertazione della Regione Puglia” . 

Secondo il sindacato la Asl di Brindisi “licenziando i precari storici ed assumendo contestualmente altro personale precario dalla graduatoria del concorsone di Foggia disattende le linee guida regionali", che indicano ai direttori generali la possibilità di prorogare il personale precario. Opportunità colta dalle Asl di Lecce e Taranto. 

“Il licenziamento dei 141 Oss va ad acuire in modo drammatico l’insufficiente dotazione organica tanto da mettere a rischio i livelli essenziali di assistenza”, si legge nella nota. 

Come noto, inoltre, “Tutti i sindaci hanno comunicato formalmente al presidente della Regione Puglia, in quanto responsabili della salute pubblica, la loro preoccupazione poiché l’avversato provvedimento aziendale non garantisce i Lea in un momento particolarmente delicato a causa di una emergenza sanitaria che rischia di portare la collasso l’intero sistema sanitario pubblico”. 

La richiesta di intervento del prefetto e degli organi regionali, inoltre, tiene anche conto della seguente dichiarazione del presidente Emiliano: “La variante inglese del coronavirus ha il 70 per cento di velocità del contagio e di pericolosità rispetto a prima”. 

“Dunque, appare evidente che il licenziamento dei precari sia avulso da qualsivoglia logica organizzativa/gestionale, in controtendenza  con le linee guida nazionali e regionali e anacronistico rispetto ai modelli organizzativi rispondenti all’attuale complessa emergenza sanitaria”. 

Infine, la richiesta si basa anche sul fatto che “Il direttore generale inopinatamente e contro le direttive regionali che prevedono di assumere dalla graduatoria del concorsone Oss di Foggia di assumere solo personale solo a tempo indeterminato per evitare di generare altro precariato nelle aziende sanitarie, sta reclutando in questi giorni personale del medesimo concorsone di Foggia con contratti a tempo determinato di solo 4 mesi in spregio alla predetta disposizione regionale e ad ogni principio di “buona fede e buon governo” della pubblica amministrazione. È evidente che il reclutamento di altri precari ha implicazioni sia di natura organizzativa che sociali i cui effetti hanno una pluralità di conseguenze negative sull’intero sistema sanitario anche in termini di servizi da erogare all’utenza”.

Raccolta firme 

In un'altra nota la Cgil fa sapere che è stata avviata una "Petizione smart": in sole due ore sono state raccolte migliaia di firme di lavoratori e utenza delle Asl Br e Bat per chiedere al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, di esprimere una posizione in favore delle proroghe degli operatori socio-canitari, da oggi in scadenza contrattuale.  "Certi di un positivo riscontro, lavoratori e pazienti con grande dolore chiedono di non mandare via questi lavoratori insostituibili, soprattutto in questo periodo pandemico e dopo aver rischiato la propria vita e quella dei loro cari".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancato rinnovo contratto Oss: Fp Cgil chiede intervento prefetto e organi regionali

BrindisiReport è in caricamento