Sabato, 12 Giugno 2021
Attualità

Ddl Zan: Manifestazione organizzata dalla Cgil a San Pietro Vernotico

Si svolgerà lnedì 17 maggio, alle 17:00, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omobitransfobia

La Cgil di Brindisi, presso la Camera del lavoro Cgil di San Pietro Vernotico, organizza per lunedì 17 maggio, alle 17:00, in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omobitransfobia, un'iniziativa che si concluderà con l’esposizione di una targa fuori della Cgil di San Pietro Vernotico vicino ad una panchina restaurata e dipinta di Rosso contro la violenza di Genere. I motivi della mobilitazione sono chiariti di seguito in una nota della segreteria territoriale della Cgil Brindisi. 

L’articolo 6 del Ddl Zan stabilisce che il 17 maggio di ogni anno venga celebrata la Giornata nazionale contro l’omolesbobitransfobia, con iniziative organizzate da pubbliche amministrazioni e scuole, anche primarie, come Cgil Brindisi intendiamo dare principio a tale buona pratica già da quest’anno proprio perché questa proposta è tra le più criticate in quanto vista come un tentativo di introdurre 'la teoria gender' nelle scuole e di manipolare le menti dei più piccoli.  In realtà, l'articolo prevede solo che in occasione della Giornata si svolgano, nelle scuole, iniziative volte al contrasto delle discriminazioni e della violenza omolesbobitransfobica.

Purtroppo il disegno di legge per la prevenzione e il contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità (conosciuto come Ddl Zan) è ancora ostaggio in Parlamento ed è contrastato dalle forze più reazionarie del Paese. Al centro di un feroce ostruzionismo politico, come al solito, ci sono le nostre vite e le nostre esistenze, che non trovano però spazio e rappresentazione sui media, sui giornali, nelle discussioni sul Ddl Zan.

In realtà il Ddl Zan deve essere una base di partenza perché abbiamo necessità di molto di più, c’è bisogno di un cambiamento sociale e culturale, per il rispetto e la tutela delle vite di ciascuna persona.  La Puglia ad esempio si deve dotare di una legge regionale di contrasto all’omolesbobitransfobia, che punti al contrasto della marginalità sociale vissuta dalle persone Lgbtqia+, in particolare nel mondo del lavoro, della formazione e per l’accesso al welfare territoriale.  Riteniamo che nel concetto di violenza di genere vada necessariamente incluso ciò che è stato, è e sarà ancora provato dalle persone Lgbtqia+, “colpevoli”, nell’accumularsi denso e tossico di un pregiudizio attraverso i secoli, di non aderire a un concetto di Genere che prevede come unico modello quello eterosessuale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ddl Zan: Manifestazione organizzata dalla Cgil a San Pietro Vernotico

BrindisiReport è in caricamento