Marine ostaggio degli incivili: amministratori chiedono collaborazione

Dopo pochi giorni dagli interventi di pulizia straordinaria le strade di Campo di Mare e Torre San Gennaro erano nuovamente piene di rifiuti ingombranti

PIETRO VERNOTICO e TORCHIAROLO – La tutela dell’Ambiente e la difesa della Natura così come l’immagine delle località turistiche non passano solo dalle attività delle amministrazioni comunali ma anche e soprattutto dalla buona condotta dei cittadini. I primi produttori di rifiuti. Nelle marine di competenza dei Comuni di San Pietro Vernotico e Torchiarolo (rispettivamente Campo di Mare, Torre San Gennaro, Lido Presepe, Lido Cipolla, Lendinuso e Canuta) nella prima settimana di giugno le amministrazioni hanno effettuato un intervento di pulizia straordinaria delle marine, rimuovendo i rifiuti ingombranti abbandonati per le strade. Dopo pochi giorni la situazione era tornata come prima: le strade erano nuovamente piene di rifiuti. Eppure in entrambi i Comuni il ritiro degli ingombranti avviene a domicilio, previa chiamata a un numero verde. A Torchiarolo, inoltre, è attivo un centro di raccolta di rifiuti che funziona in maniera efficiente.

Eppure molti cittadini continuano a inquinare, ad abbandonare materiali di scarto e mobili per le strade e le campagne. E a lamentarsi dell’amministrazione.

San Pietro Vernotico

“Nella giornata di oggi 08 giugno 2020 è stato effettuato dall'Azienda incaricata del servizio igiene del Comune di San Pietro Vernotico l'intervento straordinario di rimozione di rifiuti illecitamente abbandonati nell'abitato della marina di Campo di Mare.

A tal proposito si ricorda che lo smaltimento dei rifiuti ingombranti deve avvenire esclusivamente tramite prenotazione al Numero Verde Gratuito della Monteco 800 80.10.20, che è attivo 24 ore su 24 tramite operatore o segreteria telefonica. Si rammenta infine che, ai sensi dell'Ordinanza Comunale n.5/2020  nonchè ai sensi dell’art.192 del D. lgs. 3 aprile 2006 n. 152, è vietato l’abbandono di ogni genere di rifiuto, con sanzioni previste per coloro che violano il T.U. Ambiente fino a €. 3000,00, elevabile fino al doppio per l'abbandono di rifiuti pericolosi. Sono previste sanzioni inoltre per i soggetti che non eseguono la corretta differenziazione dei rifiuti domestici.

rimozione rifiuti campo di mare giugno 2020-2

Si richiede pertanto ai cittadini di collaborare con l'Amministrazione comunale e con l'azienda incaricata del servizio igiene, non abbandonando i rifiuti ovunque ed effettuando il corretto smaltimento di ogni genere di rifiuto. 
In questo momento di ripresa siamo tutti tenuti a fare il massimo per rendere il nostro territorio sempre più bello e accogliente, su questo ci stiamo giocando il futuro. Questo risultato può essere raggiunto solo attraverso un patto chiaro tra Amministrazione e cittadini a remare tutti nella stessa direzione. San Pietro Vernotico sarà quello che ciascuno di noi, attraverso piccoli gesti quotidiani, vuole che sia”. Scriveva l’amministrazione di San Pietro l’8 giugno scorso.

Dopo due giorni le strade erano piene di rifiuti. A segnalarlo, tra  i primi, Orlando Nasta, un consigliere comunale di maggioranza.

“Non posso dire con certezza se con questo gesto, compiuto proprio il giorno successivo a quello in cui sono stati rimossi altri rifiuti, si sia voluto fare un dispetto all’amministrazione comunale o alla ditta che provvede al recupero degli stessi, di certo rappresenta un danno ingiusto all’immagine della nostra Marina ed una gravissima mancanza di rispetto per la comunità tutta che frequenta questi luoghi. L’intento è quello di predisporre quanto prima un sistema di controlli che consenta di individuare e sanzionare chiunque compie questi vili gesti anche se trovo davvero paradossale come ad alcune persone non venga spontaneo rispettare l’ambiente che ci circonda senza la paura di essere puniti. Si chiama senso civico e rispetto per se stessi e per la comunità tutta”.

campo di mare rifiuti-2

Torchiarolo

Stessa situazione a Torre San Gennaro. “Come preannunciato nei giorni scorsi, ieri 30 maggio, nelle nostre marine è stato effettuato, oltre alla ordinaria raccolta dell'umido, anche una raccolta a tappeto dei rifiuti abbandonati, indifferenziati, degli sfalci e delle potature. Per alcune zone ancora non completate, il servizio verrà effettuato domani 1 giugno. 
L'attività di pulizia delle marine continuerà nei prossimi giorni unitamente alle programmate disinfestazioni ed alla pulizia dell'arenile. 
Con l'avvicendamento del nuovo gestore del servizio di raccolta rifiuti e igiene urbana, unitamente al cambio del calendario di raccolta effettuato in pieno periodo emergenziale, insieme all'inizio della cosiddetta fase 2 che ha portato contestualmente a lavori di profonda pulizia delle seconde case delle marine, si sono prodotti considerevoli quantitativi di rifiuti di ogni tipo. 
Ci auspichiamo di superare la contingente criticità entro la prima decade di giugno, così come avviene ogni anno.
Spiace rilevare tuttavia che, a fronte di un grosso sforzo organizzativo degli uffici e della ditta con tutti i suoi operatori, si assista a comportamenti ingiustificati e ingiustificabili da parte dei cittadini, a cominciare dall'abbandono di consistenti quantitativi di rifiuti di ogni tipo sia nelle campagne, ma anche all’interno e nelle periferie delle stesse marine. 
Già ieri pomeriggio dopo la raccolta, pur essendo sabato, diversi ulteriori sacchi e sacchetti di rifiuti sono stati esposti per le strade. Ancora peggio, vengono esposti rifiuti speciali e non conformi che, per norma, dovrebbero essere smaltiti privatamente. Si fa appello al senso civico dell'intera comunità affinché il rispetto del calendario e delle indicazioni circa la corretta differenziazione dei rifiuti possa considerarsi una quotidiana prassi ordinaria e non una imposizione subita. 
A tal proposito si comunica che nei prossimi giorni sarà avviata una ulteriore campagna di informazione e sensibilizzazione per consentire anche a chi non risiede a Torchiarolo di contribuire al rispetto delle regole locali circa le modalità di conferimento, con la speranza di non dover giungere a un controllo puntuale dei rifiuti ed alla inflizione di eventuali sanzioni. 
Si sta operando affinché si possa raggiungere una buona percentuale di raccolta differenziata e i primi risultati sono incoraggianti, ma bisogna fare di più e meglio!
Si ritengono inutili, sterili e strumentali le polemiche spesso mosse da chi non contribuisce in alcun modo al bene comune tanto da sentirsi esonerato dal pagamento dei tributi. Siamo sicuri che sia interesse di tutti mantenere il nostro territorio pulito e decoroso e che insieme si possano superare le difficoltà contingenti”. Scriveva l’amministrazione. Anche in questo caso dopo pochi giorni sono stati abbandonati ingombranti per strada.

La Polizia locale di Torchiarolo ha lanciato un appello per individuare gli incivili.

“Una sola domanda. Perché? Questo non è amare il proprio territorio. Se vedete qualcosa segnalatecelo via messanger. Verrà tutelata la vostra identità. Non possiamo essere ovunque ma abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti voi per contrastare il fenomeno dell'abbandono di rifiuti. Ricordiamo che il Comune di Torchiarolo è dotato di un'isola ecologica”.

La colpa non è sempre e solo delle amministrazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento