Virus: “Mascherine e guanti servono anche agli operatori aeroportuali”

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Marco Rizzo, addetto di scalo dell’Aeroporto di Brindisi, che riveste il ruolo di Rsa della Fit-Cisl

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Marco Rizzo, addetto di scalo dell’Aeroporto di Brindisi, che riveste il ruolo di Rsa Fit-Cisl

La direttiva data dal Ministero della Salute a noi operatori aeroportuali è che il check sanitario venga fatto esclusivamente ai passeggeri provenienti con voli diretti dall’estero o transitanti su Roma Fiumicino, dato l’alto numero di traffico presente nella Capitale.

Si misura la temperatura corporea e in caso di esito negativo il passeggero viene lasciato andare, altrimenti si dovrà sottoporre ad ulteriori controlli. Le anomalie però sono tante perché i voli provenienti da Milano, non vengono affatto menzionati dal Ministero per essere sottoposti a screening e soprattutto cosa accadrebbe nell’eventualità in cui a risultare positivo sia solo l’ultimo passeggero a sbarcare e gli altri abbiano già lasciato l’aeroporto? Perché quindi non effettuare lo stesso controllo della temperatura corporea presso lo scalo di partenza?

Noi addetti di scalo inoltre, sempre su indicazioni del Ministero, possiamo usufruire solo di igienizzanti a base alcolica (Amuchina) ma non di mascherina e guanti. Solo in caso di proclamata allerta, si potrà procedere con l’aumento dei Dpi a nostra disposizione.

Purtroppo sia noi, che gli addetti alla sicurezza, non siamo tutelati a sufficienza nonostante ciò che dica la legge 81/08, testo di riferimento per la tutela della salute dei lavoratori, come se non esistesse il rischio biologico. Mascherine e guanti servono sia a noi che ai passeggeri, per evitare di scatenare un effetto a cascata e limitare eventualmente il numero delle infezioni, ma sembra che questo non venga ricevuto dalle istituzioni preposte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento