Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Melissa Bassi, dieci anni dalla tragedia: due città si fermano nel ricordo della 16enne

Alle ore 7.30, un corteo pedonale è partito dall’abitazione dei genitori di Melissa Bassi per dirigersi verso via Maja Materdona, passando per la scuola elementare "Giovanni XXIII", e giungere in viale Indipendenza in direzione Brindisi

BRINDISI - Dieci lunghi anni senza Melissa Bassi, la 16enne di Mesagne che il 19 maggio del 2012 fu strappata alla vita da una bomba fatta esplodere davanti alla sua scuola, la Morvillo Falcone di Brindisi. Fu colpita a morte, altre cinque ragazze rimasero gravemente ferite. Fu l'inferno. Un attentato dinamitardo che ha cambiato per sempre la storia di due città, Brindisi e Mesagne. Melissa fu vittima di un folle, 20 giorni dopo l'attentato il suo omicida fu arrestato, si tratta di Giovanni Vantaggiato, benzinaio all'epoca 68enne di Copertino, Lecce. E' stato condannato all'ergastolo. La 16enne continua a vivere nei ricordi di parenti, amici, compagni di classe ma anche in chi non l'ha mai conosciuta. Melissa vive. A lei sono state dedicate cerimonie di ogni genere, intitolate vie, parchi, palestre, luoghi pubblici. In suo nome ogni anno viene organizzato un memorial di calcetto , il cui ricavato viene devoluto in beneficenza. Come lei avrebbe voluto. Melissa avrebbe voluto lavorare nel sociale, aiutare i più sfortunati. 

genitori melissa bassi cerimonia

Anche oggi, come ogni 19 maggio da dieci anni a questa parte, Brindisi e Mesagne si fermano per ricordare Melissa. In programma tre giorni di appuntamenti. Alle 7.30 di oggi un corteo pedonale partito dall’abitazione dei genitori di Melissa Bassi ha dato il via alla manifestazione in ricordo della 16enne "Memorial Melissa Bassi - Dieci anni senza Te".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melissa Bassi, dieci anni dalla tragedia: due città si fermano nel ricordo della 16enne
BrindisiReport è in caricamento