Mesagne: nuove restrizioni su parchi, sport, spesa, passeggiate con cane

A partire da domani, sabato 21 marzo, e fino a nuove disposizioni, il sindaco di Mesagne Toni Matarrelli ha previsto ulteriori restrizioni al fine di contenere la diffusione del virus Covid-19

MESAGNE - A partire da domani, sabato 21 marzo, e fino a nuove disposizioni, il sindaco di Mesagne Toni Matarrelli ha previsto ulteriori restrizioni al fine di contenere la diffusione del virus Covid-19.

Esercizi commerciali, nuovi orari

Di seguito le limitazioni contenute nell’ordinanza: la chiusura del servizio al pubblico alle ore 18 di tutte le attività commerciali, dal lunedì al sabato. Chiusura domenicale e festiva di tutti gli esercizi commerciali del settore alimentare e non alimentare (vicinato e medie strutture).

Spesa, sport, parchi e passeggiate con il cane

E' consentito recarsi singolarmente a fare la spesa (un solo componente per famiglia); la possibilità di portare fuori il cane è consentita entro un raggio di massimo 200 metri dall’abitazione di residenza; è prevista la chiusura dei parchi pubblici e in particolare di Villa Europa, Parco Potì e Villa Comunale, che restano inibite al passeggio e allo stazionamento; è sospesa ogni attività sportiva, anche singola e all'aperto; è disposta la chiusura totale dei distributori automatici di generi alimentari e bevande, ad eccezione delle casette dell'acqua.

Farmacie

Rimangono esclusi dalla limitazione oraria e giornaliera della presente ordinanza le farmacie e parafarmacie, i servizi a domicilio, i distributori self service di carburante. Tutti i titolari di attività commerciali sono obbligati a rispettare e a far rispettare ai propri clienti le prescrizioni dettate in materia di contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Tutti i gestori dei distributori automatici sono obbligati ad assicurare la sanificazione delle postazioni.

Intanto il governo ha emesso una nuova ordinanza, con misure più restrittive per contenere il contagio da Coronavirus. Le nuove misure, che si sommano alle esistenti, sono valide dal 21 marzo al 25 marzo, quando scade il dpcm che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi. E' vietato l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici, resta consentito svolgere individualmente attività motoria nei pressi della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona, non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto. Chiusi gli esercizi alimentari nelle stazioni ferroviarie e stop agli spostamenti verso le seconde case nei giorni festivi (Ansa).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapinatori armati di mazza nel centro commerciale Le Colonne: caos tra gli avventori

  • Nuovi contagi nelle scuole: positivi a Brindisi, Ostuni, Ceglie e Fasano

  • Coronavirus: nuovo picco in Puglia, contagi in aumento a Brindisi

  • Positivi al covid andavano a lavorare in campagna: denunciati

  • Bambino positivo al Covid: lo sfogo della zia, contro ignoranza e maldicenze

  • Coronavirus, escalation di ricoveri. Nel Brindisino continuano ad aumentare i positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento