rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Attualità Mesagne

Mesagne, al via un nuovo servizio di Assistenza domiciliare integrata

I servizi Sad (Servizio di Assistenza domiciliare) e Adi (Assistenza domiciliari Integrata) saranno presentati giovedì 17 febbraio alle ore 10 presso la sala dell’Auditorium Castello

MESAGNE – Un nuovo sistema di assistenza domiciliare integrata per favorire gli utenti nel rimanere nel proprio ambiente di vita nel loro percorso di cura e di assistenza.

I servizi Sad (Servizio di Assistenza domiciliare) e Adi (Assistenza domiciliari Integrata) saranno presentati giovedì 17 febbraio alle ore 10 presso la sala dell’Auditorium Castello di Mesagne alla presenza del dottor Antonio Matarelli, sindaco del Comune di Mesagne, del dottor Antonio Calabrese, presidente del Consorzio per la realizzazione del sistema integrato di welfare dell’Ats Br 4, di Volpe Liberato del Consorzio di Libere Imprese, di Luigi Guzzetti, Polis società cooperativa sociale e della dottoressa Chiara Capaldi, assistente sociale responsabile del servizio Sad/Adi del Comune di Mesagne.

Il progetto prevede una serie di interventi di assistenza domiciliare integrata studiati per consentire una soddisfacente vita di relazione attraverso un complesso di prestazioni socioassistenziali e sanitarie legate insieme dall’unitarietà dell’intervento attraverso prestazioni mediche, infermieristiche, riabilitative e socioassistenziali in forma integrata e secondo piani individuali programmati. Gli interventi di tipo socioassistenziale sono articolati per aree di bisogno in assistenza domiciliare per minori e famiglie, assistenza domiciliare per diversamente abili, assistenza domiciliare per anziani.

I nuovi servizi Sad e Adi sono strutturati in modo da fornire aiuto alla persona nello svolgimento delle normali attività quotidiane, sostegno alla funzione educativa genitoriale, sostegno alla mobilità personale, attività di trasporto e accompagnamento per persone anziane e parzialmente non autosufficienti (è rivolto a persone che a causa dell’età e/o di patologie invalidanti, accusano ridotta o scarsa capacità nella mobilità personale, anche temporanea, con evidente limitazione dell’autonomia personale e conseguente riduzione della qualità della vita), prestazioni di aiuto per famiglie che assumono compiti di accoglienza e di cura di diversamente abili fisici, psichici e sensoriali e di al tre persone in difficoltà, di anziani.

I servizi offerti vedono impegnata Polis, società cooperativa sociale umbra con sede a Perugia impegnata su diverse regioni del centro-sud italiano nella co-programmazione, co-progettazione e gestione di servizi sanitari, socio sanitari ed educativi in gestione pubblica e/o in forma privata da oltre trent'anni in tutte le regioni in cui opera e il Consorzio di Libere Imprese, società molisana con sede legale a Roma, quale capofila dell’associazione temporanea d’impresa, che da quasi vent’anni propone la promozione e la diffusione della cultura della sussidiarietà e della solidarietà rivolgendo le proprie attività verso servizi sociali, sanitari ed educativi svolte nei confronti di settori della popolazione che esprimono esigenze e bisogni vitali o sottoposti al rischio di marginalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mesagne, al via un nuovo servizio di Assistenza domiciliare integrata

BrindisiReport è in caricamento