rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Attualità

Natale dietro le sbarre: la messa di Caliandro per i detenuti del carcere di Brindisi

Due giovani detenuto hanno ideato, sviluppato e realizzato una cartolina di auguri, indirizzata anche alla città

BRINDISI - Ieri, lunedi 20 dicembre, ore 10,30, nella cappella  della casa circondariale di Brindisi, il vescovo Domenico Caliandro, coadiuvato da quattro sacerdoti, ha celebrato la messa di Natale. Oltre a una folta rappresentanza di persone prive di libertà, di esponenti della polizia penitenziaria,del personale amministrativo e direttivo, erano presenti  la direttrice Maria
Teresa Susca, il comandante della polizia penitenziaria, Benvenuto Greco, la vice comandante Luisa De Simone. Presenti inoltre Isabella Lettori, assessore del Comune di Brindisi, Valentina Fanigliulo, assessore della Provinciadi Brindisi, Raffaella Argentieri, vice presidente nazionale della scuola di formazione "Antonino Caponnetto".

Al termine della funzione religiosa, le massime autorità hanno fatto gli auguri a tutto il personale operante nel carcere, alle persone prive di libertà ed alle loro famiglie. Infine, Nando Benigno, garante dei diritti delle persone prive di libertà della provincia di Brindisi, ha illustrato il significato del Natale e quello della cartolina di auguri, interamente ideato, sviluppato e realizzato da due giovani detenuti del carcere di Brindisi ed indirizzato anche alla città di Brindisi.

E' l'inizio del progetto Simpatia teso ad avvicinare sempre più la città di Brindisi, con le sue istituzioni ed associazioni, alla casa
circondariale di Brindisi per essere il più vicino possibile a persone che chiedono occasioni di ripensamento, ravvedimento, riscatto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale dietro le sbarre: la messa di Caliandro per i detenuti del carcere di Brindisi

BrindisiReport è in caricamento