Attualità

Il messaggio di speranza: "Vi racconto la mia lotta contro il tumore al seno"

La dirigente della Fp Cgil Cinzia Cosmai: "Scrivo perché voglio provare a far capire alle donne quanto sia importante fare prevenzione e quanto la tempestività sia fondamentale". I ringraziamenti alle équipe del Perrino

Riceviamo e pubblichiamo la storia di Cinzia Cosmai, dirigente della Fp Cgil Brindisi ed educatrice di asilo nido. Cinzia parla della sua lotta contro il tumore al seno e ringrazia chi si è preso cura di lei. È un messaggio di speranza per tutte le donne che lottano contro questo male e un invito a fare sempre prevenzione. 

Mi chiamo Cinzia Cosmai, ho 52 anni e due figli, Francesco e Giuliana, le mie due stelle. Lo scorso gennaio durante lo screening senologico in via Dalmazia, presso il distretto 1 della Asl di Brindisi, scopro di avere due carcinomi bilaterali che andavano trattati chirurgicamente in urgenza. In quei momenti ho pensato di dover ricercare dentro di me la forza di reagire, che ho capito di possedere, e mi sono subito affidata alle cure sul mio territorio.

Il 12 giugno venivo infatti operata con successo presso il p.o. "Perrino" della Asl di Brindisi, mastectomia bilaterale e ricostruzione totale. Un lavoro di équipe, certosino e attento, competente a cui va il mio ringraziamento più sentito. In particolare, vorrei ringraziare la chirurgia senologica e plastica e tutto il personale dedicato, compreso quello medico, infermieristico e di supporto e tutta l'équipe di oncologia, l'anestesista dedicato Luca Ghezzani.

Scrivo però perché voglio provare a far capire alle donne quanto sia importante fare prevenzione e quanto la tempestività sia fondamentale per i migliori esiti di cura. Ogni donna deve controllare il suo stato di salute con esami clinici e diagnostici di prevenzione, poiché alcune patologie necessitano di attenzione tempestiva.

Quando ho scoperto la mia patologia, proprio per questo monitoraggio, era all'esordio. Dobbiamo continuare a prenderci cura di noi in quella corsa contro il tempo che deve vederci protagoniste della nostra vita. Io corro da quando ho scoperto di avere questo mostro abusivo e continuerò a correre per vincere questa malattia e per dire alle donne che la prevenzione è importante e necessaria, perché solo così può essere garantita e tutelata, preservata la loro vita, anche sul nostro territorio e per i nostri figli.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il messaggio di speranza: "Vi racconto la mia lotta contro il tumore al seno"
BrindisiReport è in caricamento