Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

Migrante morto per malore: raccolti oltre 20mila euro per rimpatriare la salma

Deceduto giovedì scorso a causa di un malore sulla strada provinciale 43. Ne servivano 4mila. Il resto della somma raccolta verrà devoluto alla sua famiglia

BRINDISI - Brindisi si conferma città dell'accoglienza e della solidarietà. Nel giro di pochi giorni sono stati raccolti 20797 euro per permettere il rimpatrio della salma di Camara Fantamadi, il ragazzo di 27 anni originario del Mali, deceduto giovedì scorso a causa di un malore sulla strada provinciale 43 che collega Brindisi a Tuturano dopo ore di lavoro sotto al sole. Per far giungere la salma alla sua famiglia servivano 4mila euro. Fu lanciata una raccolta fondi, la redazione di questo giornale poche ore dopo i fatti accolse l'appello del presidente della Comunità Africana a Brindisi Drissa Kone. Partì una gara di solidarietà che raggiunse anche il Regno Unito, una brindisina residente a Londra organizzò una raccolta on line attraverso la piattaforma Gofundme. Le Acli provinciali e le Acli Terra di Brindisi, unitamente alla sede nazionale Acli Terra donarono mille euro

Una risposta della cittadinanza che è andata oltre ogni aspettativa. In passato iniziative di questo genere non avevano portato questi risultati. Negli ultimi dieci mesi la Comunità Africana si è occupata del rimpatrio di altre due salme. 

"Numerosissime sono state le telefonate ricevute, anche da italiani all’estero, che, a volte in lacrime, esprimevano dolore, rabbia e piacere per la possibilità di contribuire. La mobilitazione di tantissime persone, sia singoli individui che istituzioni, enti ed associazioni, anche ecclesiastiche, è stata così vasta da varcare i confini non solo regionali, ma anche nazionali, testimoniando una solidarietà, che ha superato ogni previsione o aspettativa, facendo crescere in me la fiducia nella sensibilità degli italiani". Ha commentato Drissa in una nota di ringraziamento. 
Servivano 4mila euro, ne sono stati raccolti quasi 21mila. Il resto verrà devoluto alla famiglia di Camara Fantamadi. Arriverà comunque quelll'aiuto che il 27enne avrebbe voluto dare ai suoi cari con il lavoro nei campi. Come è noto, la gran parte degli africani che vive fuori dalla propria terra, si occupa costantemente dei familiari, inviando in Africa parte dei guadagni. Grazie alla solidarietà anche Camara aiuterà la sua famiglia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migrante morto per malore: raccolti oltre 20mila euro per rimpatriare la salma

BrindisiReport è in caricamento