Migrazioni, diaspore e sviluppo: convegno di chiusura a Mesagne

Il Laboratorio di Antropologia Sociale e Visuale di Unisalento conclude il suo percorso il 3 giugno alle ore 10

MESAGNE - Il convegno “Cosmopolitismo, migrazioni, diaspore” conclude a Mesagne il percorso, iniziato a gennaio, dal Lasev,  Laboratorio di Antropologia Sociale e Visuale. Il 3 giugno nella sede dell’Associazione Di Vittorio in via castello 20, dopo l’introduzione del prof. Damiano Franco, dei dirigenti scolastici, (Aldo Guglielmi dell’Iiss “E. Ferdinando”, Maria Serena Oliva del Liceo di Scienze Umane e Liceo Linguistico “E. Palumbo”, Stefania Metrangolo del Liceo Scientifico “Fermi-Monticelli”) e del prof. Vito Antonio Aresta, Laboratorio di Antropologia Sociale e Visuale, seguono gli interventi del prof. Antonio Luigi Palmisano, docente di Antropologia Sociale e Applied Anthropology, Università del Salento, della prof.ssa Tana Anglana, membro vicario del Consiglio Nazionale per la Cooperazione allo Sviluppo, e referente del Summit Nazionale delle Diaspore.

Il convegno prosegue con il “Primo studio sul concetto di cultura” a cura delle studentesse e degli studenti delle istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado che hanno partecipato al Laboratorio, e si conclude con il workshop a cura di Sara Padula, studentessa Università di Torino; Francesco Brunetti, studente Università di Bologna; Giulia Lupo, studentessa Università del Salento; Virginia Tamburrano, studentessa Università del Salento. Tana Anglana è una esperta in migrazione e sviluppo, attualmente è membro supplente del Consiglio Nazionale per la Cooperazione (Cnsc) nel quale rappresenta le associazioni di migranti e le organizzazioni della diaspora. Nata ad Addis Abeba in Etiopia e cresciuta in Italia dove ha completato il ciclo di studi specializzandosi in Cooperazione Internazionale, lavora dal 2001 nel campo della migrazione e sviluppo, anche all’interno di iniziative e progetti di Ong italiane, attraverso cui ha intessuto relazioni di lungo corso con le comunità di migranti presenti in Italia.

Dal 2003 al 2016, Tana Anglana è stata funzionaria dell’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim), nel ruolo di Migration and Development Senior Specialist, sviluppando la strategia dell’Oim Italia su Migrazione e Sviluppo e i relativi programmi e progetti e implementando iniziative che vanno dall’empowerment dei migranti nella Cooperazione Internazionale ai nuovi strumenti finanziari per supportare le iniziative di sviluppo delle diaspore. Docente di Migrazione e Sviluppo per atenei pubblici e privati, attualmente è impegnata come esperta nel programma “Summit Nazionale delle diaspore”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione (Aics) e da Fondazioni private, con lo scopo di dare corpo alle innovazioni contenute nella nuova legge italiana sulla Cooperazione allo Sviluppo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento