rotate-mobile
Attualità Francavilla Fontana

Nuovo importante incarico internazionale per un diplomatico del Brindisino

Nicola Verola nominato nuovo direttore generale per l’Europa e la politica commerciale internazionale della Farnesina. Il padre è stato sindaco di Francavilla Fontana e presidente della Provincia

FRANCAVILLA FONTANA – Un francavillese ricoprirà un importante incarico a livello europeo. Si tratta del 55enne Nicola Verola, diplomatico che insegna Modelli e tecniche di negoziazione nell’Unione europea all’università Luiss. Nella giornata di giovedì (9 marzo), il Consiglio dei ministri riunitosi a Cutro (Crotone), su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Antonio Tajani, ha nominato Verola nuovo direttore generale per l’Europa e la politica commerciale internazionale della Farnesina. Verola succede nell’incarico a Vincenzo Celeste, a sua volta nominato nuovo rappresentante permanente dell’Italia presso l’Ue.

Il padre di Verola, Mimino, esponente della Dc, è stato sindaco di Francavilla Fontana e presidente della Provincia di Brindisi, oltre a ricoprire, più volte, il ruolo di assessore. La madre è stata insegnante di Matematica e Fisica al liceo classico di Francavilla.

Verola si è laureato in Scienze politiche presso l’Università di Roma. Nel 1994 è iniziato il suo cursus honorum in ambito diplomatico, con degli incarichi nella Direzione generale affari economici. Nel 1998 si è trasferito a Canberra (Australia), dove ha ricoperto il ruolo di primo segretario commerciale. Nel 2022 si sposta a Bruxelles, ricoprendo sempre l’incarico di primo segretario commerciale, alla rappresentanza permanente presso l’Ue. Un paio di anni dopo arriverà la conferma con incarico di Consigliere commerciale. 

Dal 2006 presta servizio presso il Gabinetto del ministero Ufficio rapporti con il parlamento. Quattro anni dopo vola a Washington, come primo consigliere. E poi ancora, nel 2014, il ritorno a Roma, nelle vesti di capo della segreteria tecnica del sottosegretario agli affari europei.  Nel 2018 torna in ambito comunitario, alle dipendenze del direttore generale per l’Unione Europea alla Farnesina. Poi l’incarico di vicario del vice direttore generale/direttore centrale per i paesi europei, fino alla nomina a direttore generale per l’Europa e la politica commerciale internazionale. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo importante incarico internazionale per un diplomatico del Brindisino

BrindisiReport è in caricamento